La Croazia introduce l’euro, con il rating più alto della storia, questo è anche un segnale per gli investitori cechi

Secondo le agenzie di rating internazionali, la Croazia ha attualmente la migliore immagine di investimento e fiducia nella sua storia, il che è un segnale molto positivo per i mercati finanziari e per gli investitori stranieri, inclusa la Repubblica Ceca. chiedere società e gli imprenditori possono partire da Mappa della complessità del settore globale. Possono variare molto in Croazia in cinque anni. Secondo Zmiovan, una pubblicazione del Ministero degli Affari Esteri, i temi principali sono la modernizzazione industriale, la costruzione di nuove infrastrutture di trasporto, il settore dell’acqua potabile, l’assistenza sanitaria e lo sviluppo dei servizi.

TUTTI I TUOI AGENTI PRESTIN

Tutte le principali istituzioni hanno alzato il rating della Croazia a causa del completamento formale del processo di adesione all’Eurozona. Queste agenzie apprezzano la credibilità dello stato che è in grado di adempiere ai propri obblighi.

Agente I Moody ha alzato di due notch il rating della Croazia a Baa2 e l’ha collocato nella categoria degli investimenti con outlook stabile. L’agenzia ha fatto lo stesso un momento prima cusco, che ha innalzato di un livello il rating degli investimenti della Croazia a BBB+ con outlook stabile. Agente Standard & Scarso ha aggiornato il suo rating a BBB+/A-2 con un outlook stabile e si prevede che la crescita economica continui.

L’appartenenza della Croazia all’Eurozona elimina il rischio di cambio e valuta, nonché il rischio di liquidità. Ciò è dovuto nel contesto del debito pubblico croato, denominato prima in euro. Secondo l’agenzia, la direzione della politica economica croata è nella giusta direzione, con evidenti risultati positivi.

Tra le altre cose, l’istituto ha elogiato la politica del governo croato di soddisfare i criteri economici necessari, in particolare per quanto riguarda l’adesione alla zona euro e il record a breve termine della Croazia di rimanere nel meccanismo di cambio europeo dell’ERM II. (La Croazia è qui solo da meno di due anni.) La Croazia si classifica quindi meglio di altri paesi dell’UE (in particolare Italia, Portogallo, Repubblica Ceca, Cipro, Ungheria, Bulgaria e Romania). La debolezza dei paesi dell’area dell’euro, come sottolinea S&P Global, è il rischio di cambio e la Croazia trarrebbe vantaggio dalla flessibilità della sua politica monetaria e dal facile accesso ai fondi della Banca centrale europea (BCE), nonché dalla sua posizione sui mercati dei capitali .

Josef Dvoek, diplomatico economico, Ambasciata della Repubblica di Polonia a Zheb

Vincent Ramsey

"Zombie lover. Professional bacon fan. Infuriatingly humble thinker. Food aficionado. Twitter advocate."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.