L’Italia conferma l’arresto dell’ex capo di Colonia Dignidad | ultima Europa | DW

La Corte d’Appello della città italiana di Firenze ha respinto la richiesta di rilascio del tedesco Reinhard Doring Falkenberg, detenuto questa settimana in Italia su richiesta cilena per violazioni dei diritti umani a Colonia Dignidad durante il regime militare, secondo quanto riportato giovedì (09.30. 2021).

Il 75enne deve rimanere in custodia per paura di fuggire e attendere un processo per essere eventualmente estradato in Cile, ha detto la stessa fonte.

Il tedesco è stato condannato definitivamente in Cile nel 2005 per coinvolgimento nel rapimento e successiva scomparsa dell’attivista di sinistra italo-cileno Juan Maino Canales nel maggio 1976.

Doring, in vacanza in Italia nella cittadina toscana di Forte dei Marmi, vive nel Cile degli anni ’70 all’interno della famigerata Colonia Dignidad, un insediamento di coloni tedeschi fondato in Cile nel 1961 da un ex soldato nazista. , ed è diventato un centro segreto di detenzione e tortura dopo il colpo di stato militare di Augusto Pinochet nel 1973.

“Non sapeva che la giustizia cilena lo stava cercando, era in vacanza con la moglie, altrimenti non sarebbe mai venuto in Italia. Vive in Germania da tanti anni”, ha spiegato l’avvocato Simona Selvanetti, nominata ex ufficio. dal giudice al momento del suo arresto.

Il tribunale cileno ha un tempo limitato di circa tre mesi per richiedere un’estradizione formale, una procedura complicata in cui ha affermato di avere prove sufficienti sui crimini commessi da Doring nel paese. (afp)

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.