Lezioni dal Gran Premio d’Ungheria

Budapest (AP) – Max Verstappen può concedersi una rilassante vacanza estiva. I campioni del mondo hanno un vantaggio di 80 punti su Charles Leclerc prima che la Formula 1 riprenda le corse classiche a Spa-Francorchamps in Belgio a fine agosto.

Mancano ancora nove gare e la Ferrari dovrà prosperare per avere in qualche modo ancora la possibilità di vincere l’ambito titolo. E la Scuderia ora sta ottenendo ancora più concorrenza.

Verstappen è già mezzo campione del mondo

L’olandese non aveva nemmeno bisogno di vincere un Gran Premio per difendere con successo il suo titolo. Il cuscinetto è così grande che basta anche il secondo posto nelle restanti nove gare della stagione. Ma il 24enne non era affatto interessato. “Come squadra, vogliamo vincere più gare ed è quello che cercheremo di fare dopo la pausa”, ha detto Verstappen, che non ha in programma una vacanza al mare.

Le cose si fanno più difficili per Binotto

Dato che la Ferrari ha effettivamente le auto più forti in campo, sorprendentemente poche possono contare. Charles Leclerc ha perso altri 17 punti nel campionato del mondo contro il dominatore Verstappen. La macchina non voleva lavorare per niente con le basse temperature ungheresi, anche la tattica e la scelta delle gomme non erano adatte a un candidato campione. Il boss della squadra Mattia Binotto sta proprio per spiegare la battuta d’arresto. Tornati in Italia, la pressione sul boss è in aumento. “Non abbiamo bisogno di cambiare nulla. Dobbiamo guardare a cose diverse e imparare da esse”, ha detto Binotto da solo.

Serie Mercedes potente

Per la seconda volta consecutiva, i piloti Mercedes Lewis Hamilton (2°) e George Russell (3°) sono riusciti a salire insieme sul podio. Hanno approfittato delle debolezze della Ferrari e hanno continuato a migliorare dopo un brutto inizio di stagione. “È molto gratificante vedere i progressi che stiamo facendo”, ha detto il campione del mondo del record Hamilton, che sta cercando la sua prima vittoria della stagione dopo cinque podi consecutivi dopo la pausa estiva: “È stato fantastico per la squadra con cui abbiamo giocato entrambi davanti alla Ferrari”.

Il disco misto di Schumacher

In sole due delle 13 gare, Mick Schumacher ha segnato punti nel suo secondo anno in Formula 1. Non ha ancora un nuovo contratto per il 2023, ma i colloqui con Haas dovrebbero intensificarsi durante la pausa. Il 23enne sta cercando di stabilire un record molto migliore nei colloqui con il capo squadra Günther Steiner. “Avremmo dovuto ottenere più punti di quelli che abbiamo ora”, ha detto Schumacher ed è arrivato a un verdetto amaro: “Sembra che non stiamo inseguendo quanto pensavamo”.

Tour d’addio di Vettel

Sebastian Vettel ha ancora nove premi importanti prima di ritirarsi come pilota il 20 novembre ad Abu Dhabi. Nella sua ultima gara in Ungheria, il 35enne è arrivato decimo e ha segnato almeno un punto per la classifica generale. “Va bene, non c’è molto altro”, ha poi concluso Hesse. Dopo più di un decennio e mezzo, Vettel difficilmente dirà addio alla Formula 1 con molta fama o podi. Il quattro volte iridato lo ha rassicurato sul fatto di avere a dir poco motivazione e forma fisica.

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.