Il ragazzo che è stato l’unico sopravvissuto allo schianto della funivia torna in Italia. Secondo la corte, sua zia doveva prendersi cura del suo iROZHLAS

Un bambino di sei anni, unico sopravvissuto all’incidente della funivia di maggio nel nord Italia, è tornato in Italia venerdì, dopo di che suo nonno materno lo ha rapito in Israele. Alla fine di novembre, la Corte Suprema israeliana ha stabilito che Eitan Biran, che proviene da una famiglia mista italo-israeliana, dovrebbe tornare in Italia.




tel Aviv

Condividi su Facebook




Condividi su Twitter


Condividi su LinkedIn


Stampa



Copia l’indirizzo URL




Indirizzo abbreviato





Vicino




Una funivia distrutta nel villaggio italiano di Stresa sul Lago Maggiore. | Fonte: Reuters

Il disastro in Italia ha ucciso 14 persone, tra cui i genitori di Eitan, il fratello, la nonna e il nonno. La famiglia viveva in Italia, ma dopo una disgrazia il ragazzo fu portato in Israele dal nonno materno, Smulig Peleg.

“Hanno corso dei rischi che sono finiti in tragedia”. Una forcella inserita deliberatamente rilascia i freni di una funivia caduta

Leggi gli articoli


A fine novembre, la Corte Suprema israeliana ha stabilito che il ragazzo deve rientrare in Italia entro e non oltre il 12 dicembre. Il ragazzo ha lasciato l’aeroporto internazionale Ben Gurion venerdì sera.

zia vs. Nonno

Eitan è nato in Israele, ma la sua famiglia si è trasferita in Italia quando lui aveva un mese. Dopo il disastro, Eitan visse con la zia di suo padre in Italia. Da lì, Peleg lo portò all’insaputa di questo parente in Svizzera e da lì in Israele.

La zia del ragazzo si è rivolta a un tribunale israeliano per decidere di riportare il nipote in Italia. La corte ha ritenuto che le azioni del nonno di Eitan equivalessero a un rapimento ai sensi della Convenzione dell’Aia per la protezione dei bambini.

Zia Eitan vince il tribunale per la custodia Foto: RONEN ZVULUN | Fonte: Reuters

La zia Eitan ha detto che il ragazzo sarebbe ora tornato “alla routine della sua vita, con tutte le sue risorse mediche, terapeutiche ed educative, ai suoi amici di reparto e a scuola, alla comunità in cui è cresciuto e al suo amato gatto , Oliver.” “

Il nonno di Eitan ha detto dopo che un ricorso della Corte Suprema è stato respinto che la famiglia avrebbe continuato la sua lotta legale per portare Eitan in Israele, aggiungendo che il ragazzo sarebbe stato mandato “in un paese straniero, lontano dalle sue radici e dalla sua famiglia amorevole”.

CTK

Condividi su Facebook




Condividi su Twitter


Condividi su LinkedIn


Stampa



Copia l’indirizzo URL




Indirizzo abbreviato





Vicino




Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.