“House of Gucci”: gli eredi di Gucci vogliono sporgere denuncia contro il film

CINEMA – La famiglia Gucci non decolla. Lunedì 29 novembre gli eredi della casa di lusso italiana Gucci hanno minacciato di intraprendere un’azione legale contro il film di Ridley Scott casa gucci, che accusano di descrivere i membri della famiglia come “teppisti”.

Il film cattura uno degli eventi più eclatanti in Italia negli anni ’90, l’omicidio di Maurizio Gucci (interpretato da Adam Driver), erede di una casa italiana, ordinato dalla sua ex moglie Patrizia Reggiani (Lady Gaga).

“Stupidi teppisti, insensibili al mondo che li circonda”

“La famiglia Gucci si riserva il diritto di prendere qualsiasi iniziativa per tutelare il proprio nome e immagine, oltre che quella dei suoi parenti”, si legge nella lettera pubblicata dall’agenzia di stampa italiana ANSA e firmata dagli eredi di Aldo Gucci (1905 -1990) , il fondatore del marchio di lusso.

Nella lettera si afferma che gli eredi di Gucci sono rimasti profondamente feriti dalla descrizione di Patrizia Reggiani, “una donna condannata per aver ordinato l’omicidio di Maurizio Gucci (presentato) come vittima”. Si è anche rammaricato del fatto che Aldo Gucci ei suoi parenti siano stati descritti come “criminali, stupidi e insensibili al mondo che li circonda”.

Preoccupata per le immagini dello shooting che circolano sui social, Patrizia Gucci è intervenuta ad aprile per parlare della sua delusione. “Parlo a nome della famiglia, ha detto Associated Press. Rubano l’identità di tutta la famiglia a scopo di lucro, per aumentare le entrate del sistema hollywoodiano. La nostra famiglia ha un’identità, una vita personale. Possiamo parlare di qualsiasi cosa, ma ci sono dei limiti che non vanno oltrepassati.

Casa Gucci diretto dal britannico Ridley Scott, 83 anni, autore di alcuni dei film più simbolici degli ultimi 40 anni come corridore di coltelli, Straniero, Schiavo Dove Thelma e Louise.

La famiglia Gucci non è coinvolta nel marchio di lusso dal 1990. Ora è di proprietà del gruppo francese Kering, fondato dal miliardario François Pinault.

Vedi anche in L’HuffPost: “House of Gucci” Ridley Scott pubblica il primo trailer

Jacqueline Andrus

"Unable to type with boxing gloves on. Total alcohol enthusiast. Unapologetic thinker. Certified zombie junkie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.