Entro il 2021 verranno eseguiti più di 3.000 trapianti di organi e cornea

Secondo i dati dell’Instituto Nacional Central nico Coordinador de Ablación e Implante (INCUCAI) lo scorso anno, 1.543 pazienti in lista d’attesa hanno ricevuto trapianti di organi da donatori deceduti e 246 da donatori viventi, con un aumento del 40% rispetto al 2020. , sono stati eseguiti 1.392 trapianti di cornea, che insieme ai trapianti di organi hanno dato un totale di 3.181 per l’anno concluso.

Per maggiori informazioni, nel 2021 sono stati eseguiti 1.164 trapianti di rene, 418 di fegato, 107 di cuore, 36 di renopancreas, 35 di polmone, 16 di epatorenale, 5 di cardiorenale, 3 di pancreas, 2 di epatointestinale, 2 di cardiopolmonare e 1 di intestinale, oltre a 1.392 di cornea . Del numero totale di trapianti, 203 erano bambini (sotto i 18 anni).

Questo trapianto è stato possibile grazie al completamento di 1.004 processi di donazione, 629 processi di donazione di organi e 375 cornee, che sono stati effettuati su tutto il territorio nazionale: Buenos Aires (302), Misiones (98), Mendoza (96), Santa Fe ( 88), Córdoba (75), Città Autonoma di Buenos Aires (68), Corrientes (53), Entre Ríos (41), Tucumán (39), Neuquén (23), Jujuy (23), Santiago del Estero (20), Salta (18 ), Río Negro ( 16), San Juan (8), Terra del Fuoco (7), Chaco (6), La Rioja (5), Formosa (5), Chubut (4), La Pampa (4) , San Luis (2), Catamarca (2) e Santa Cruz (1).

Il Presidente di INCUCAI, Carlos Soratti, ha affermato che “in questi anni difficili la decisione del Ministero della Salute della Nazione attraverso INCUCAI è di sostenere le attività di donazione per continuare ad offrire opportunità di trapianto alle persone in lista d’attesa. Questo obiettivo è stato raggiunto grazie al lavoro e agli sforzi dei sistemi sanitari di tutto il Paese. Ecco perché il nostro orizzonte è di andare avanti nell’affrontare il livello di ottimizzazione dei trapianti prima della pandemia”.

A questo proposito, il presidente di INCUCAI ha evidenziato la cooperazione con diverse regioni del Paese per promuovere il modello di approvvigionamento ospedaliero, al fine di aumentare la capacità di produrre organi e tessuti per il trapianto. “Negli ultimi mesi dell’anno le attività sono state simili agli ultimi mesi del 2019, anno in cui sono stati raggiunti i record storici di donatori e trapianti”, ha detto, aggiungendo che anche nel contesto della pandemia, il 2021 è stato “il terzo anno con il maggior numero di trapianti di organi da donatori già morti nella storia del nostro Paese”.

Soratti ha inoltre evidenziato l’attuazione del Piano Nazionale di Completamento Lista d’Attesa Trapianto Corneale, che mira a ridurre i tempi di attesa per i pazienti che necessitano di trapianto. “Uno degli obiettivi che ci siamo prefissati era quello di raggiungere zero liste di attesa per i non vedenti e nei primi due mesi di attuazione di questo Piano, le liste di attesa per le cornee per i pazienti non vedenti sono state ridotte del 70 percento. per consentire a tutti i pazienti pediatrici in attesa di trapianto di cornea”.

Il numero di donatori di organi per milione di abitanti a livello nazionale nel 2021 è 13,7, quattro punti in più rispetto a quello raggiunto nel 2020. Le province con i più alti tassi di donatori di organi sono Corrientes (30,1 donatori per milione di abitanti), Jujuy (24, 4 DPMH), Misiones (22 DPMH), Mendoza (19,9 DPMH), Città Autonoma di Buenos Aires (19,5 DPMH), Tucumán (18,7 DPMH), Santa Fe (17 , 4 DPMH), Córdoba (16, 8 DPMH), Neuquén ( 16,4 DPMH) e Rio Negro (14,5 DPMH).

Trapianto di midollo osseo

Per quanto riguarda i trapianti di midollo osseo, si segnala che nel 2021 è stata superata la soglia storica del donatore argentino. Nel nostro Paese sono state raccolte 71 cellule donatrici, il numero più alto dalla creazione del Registro Nazionale delle Cellule Progenitrici Ematopoietiche dell’INCUCAI nel 2003.

Con l’intervento del Registro sono stati eseguiti 71 processi di donazione di midollo osseo, 33 per pazienti provenienti dall’Argentina e 38 per stranieri residenti negli Stati Uniti (10), Spagna (8), Francia (5), Italia (4), Uruguay (3 ), Turchia (3), Germania (2), Australia, Belgio e Cile. In questo modo sono stati superati i 60 donatori argentini raggiunti nel 2019.

Allo stesso modo, le cellule per il trapianto di CPH sono state ricevute dall’estero per 69 pazienti argentini provenienti da 14 paesi (Germania, USA, Italia, Regno Unito, Paesi Bassi, Turchia, Cile, Brasile, Spagna, Francia, Israele, Croazia, Portogallo e Svezia).

Nel 2021, 105 pazienti argentini hanno ricevuto trapianti di midollo dai registri dei donatori.

I trapianti di organi, tessuti e cellule sono resi possibili grazie ai donatori e al lavoro e all’impegno dei sistemi sanitari di tutto il Paese per realizzarli.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Leave a Reply

Your email address will not be published.