una fabbrica italiana Stellantis ha chiuso per una settimana

La produzione nello stabilimento Sevel del colosso automobilistico Stellantis nell’Italia centrale sarà sospesa da lunedì per una settimana a causa di problemi di fornitura con i fornitori colpiti da una carenza di semi-driver, ha detto venerdì all’Afp un portavoce del gruppo. Il più grande stabilimento di produzione di utility leggere in Europa, il sito assembla furgoni Fiat Ducato, Citroën Jumper e Peugeot Boxer e impiega oltre 6.000 persone.

Questo annuncio è “molto preoccupante, chiudere lo stabilimento Sevel per una settimana significa che i problemi di approvvigionamento stanno peggiorando“Commenti nella dichiarazione del leader della federazione metallurgica Cisl, Ferdinando Uliano. “I veicoli commerciali sono un settore molto forte e Sevel ha visto un continuo aumento dei volumi, gli ordini sono in aumento“, ha aggiunto. La direzione dello stabilimento Sevel, inaugurato nel 1981 nei pressi del comune di Atessa in Abruzzo, prevede per il 2021 la produzione di circa 300.000 veicoli.

Stellantis, nata all’inizio del 2021 dalla fusione della francese PSA e dell’italo-americana Fiat-Chrysler (FCA), è afflitta da una carenza di semiconduttori, come i suoi concorrenti.

A causa della chiusura di diversi stabilimenti in tutto il mondo, la crisi gli ha impedito di produrre 700.000 veicoli nel primo semestre, con un totale di 3,2 milioni che lasciavano i suoi stabilimenti, ha affermato il gruppo all’inizio di agosto. Ma la crisi non dovrebbe esserlopeggiorare“, a giudicare dal suo direttore finanziario Richard Palmer, stima che il terzo trimestre dovrebbe essere”simileal secondo e che la situazione dovrebbe poi migliorare.

Rockie Steve

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *