Soccorsa a Lampedusa una nave tedesca con a bordo 800 migranti. Malta ignora il segnale di emergenza darurat di iROZHLAS

La nave dell’organizzazione no-profit tedesca Sea-Eye trasporta 800 migranti soccorsi nell’isola italiana di Lampedusa. Più di 400 persone sono salite a bordo della Sea-Eye 4 giovedì sera, aiutando i passeggeri su un’affollata barca di legno ad attingere acqua. Un’altra ONG Mission Lifeline sta anche assistendo nelle operazioni di salvataggio, ha scritto giovedì l’agenzia DPA.




Roma

Condividi su Facebook




Condividi su Twitter


Condividi su LinkedIn


Stampa



Copia indirizzo URL




Indirizzo abbreviato





Vicino




Più di 400 persone sono salite a bordo della Sea-Eye 4 giovedì sera, aiutando i passeggeri su un’affollata barca di legno che andava a prendere l’acqua. | Foto: Hugo Le Beller | Fonte: Reuters

Barche di migranti si mettono nei guai vicino a Malta e inviano un segnale di emergenza. “Malta ha ignorato il rapporto dell’allarme di chiamata di emergenza, anche se la nave era in una zona di salvataggio”, ha scritto Sea-Eye su Twitter.

Secondo la squadra di soccorso, molti dei passeggeri della nave che affonda non avevano giubbotti di salvataggio, alcuni erano già in acqua. Una persona è stata rianimata con successo.

Altri 70 migranti sono stati salvati giovedì sera dai vigili del fuoco italiani e dalla Guardia costiera. La barca a vela su cui viaggiavano è affondata nel Mar Ionio vicino alla cittadina calabrese di Isola Capo Rizuto, in provincia di Crotone, dove ha colpito una scogliera, hanno detto i vigili del fuoco. Indonesia.

Un totale di 245 migranti stanno ora prendendo la Ocean Vikings, che è gestita dall’organizzazione umanitaria SOS Méditerranée. L’ultima volta che ha preso 106 persone da una nave affollata vicino alla Libia è stato mercoledì. Tra i soccorsi c’erano 46 minori, tra cui dieci bambini di età inferiore ai sette anni, ha detto l’organizzazione su Twitter. Secondo l’agenzia APA, la nave ora è diretta anche a Lampedusa.

Il numero di migranti che arrivano in Italia quest’anno è quasi raddoppiato rispetto allo scorso anno. Tra gennaio e la fine di ottobre sono arrivati ​​più di 53.000 rifugiati, un anno prima circa 27.000 nello stesso periodo, ha affermato il ministero dell’Interno. Secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), quest’anno nel Mediterraneo sono morte 1.313 persone.

CTK

Condividi su Facebook




Condividi su Twitter


Condividi su LinkedIn


Stampa



Copia indirizzo URL




Indirizzo abbreviato





Vicino




Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.