Siccità persistente in Italia: contenzioso scarico acque del Lago di Garda

La siccità affligge l’Italia
Divampano le polemiche sulle acque del Lago di Garda

A causa della continua siccità in Italia, il livello del fiume più lungo sta scendendo ulteriormente. Per ovviare a ciò, le acque del Lago di Garda possono essere convogliate verso il Po. Tuttavia, la proposta ha ricevuto forti critiche. Perché il lago è pieno solo per il 60 percento.

Alla luce della siccità, in Italia sono scoppiate controversie sull’idea di far defluire l’acqua dal Lago di Garda nel fiume Po. La proposta è emersa nei giorni scorsi perché il fiume più lungo d’Italia ha attualmente pochissima acqua. In alcuni luoghi, le autorità stanno misurando i minimi storici, come ha mostrato l’ultimo rapporto di gestione di lunedì. L’idea è quella di prelevare l’acqua dal Lago di Garda che è ancora pieno per circa il 60 per cento.

Tuttavia, l’Associazione Comunale del Lago di Garda era contraria. “Se rilasciamo più acqua di quella consentita per l’agricoltura e soddisfiamo la domanda del fiume Po, faremo il doppio dei danni”, ha affermato il segretario generale Pierlucio Ceresa. Non è che il Lago di Garda non voglia scaricare acqua per il Po, spiega Ceresa. Ma non c’è abbastanza acqua. Il piano lascerebbe alla fine non solo il “fiume Po malato”, ma anche il “Lago di Garda malato”. Ceresa ha parlato della peggiore crisi degli ultimi 60 anni.

In particolare nel nord Italia da diverse settimane si registra una siccità estrema. La protezione civile si prepara a un’operazione a livello nazionale se il governo dichiara lo stato di emergenza a causa della siccità, ha detto un portavoce delle autorità. In luglio e agosto ci sarà un alto rischio di incendi boschivi a causa della siccità.

Il vescovo di Milano, Mario Delpini, ha annunciato che sabato pregherà per l’acqua e per chi soffre la siccità. L’Associazione Coldiretti degli agricoltori avverte di raccolti scarsi e fino al dieci per cento di latte in meno a causa dello stress del bestiame. Nel nord Piemonte le autorità hanno razionato l’acqua potabile in alcune comunità e c’è il rischio che ciò accada anche in altre aree. Secondo quanto riportato dai media, il fornitore di energia Enel ha chiuso una centrale idroelettrica vicino a Piacenza a causa del basso livello dell’acqua nel Po.

(Questo articolo è apparso per la prima volta martedì 21 giugno 2022.)

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.