Ridicolo, disperazione e paura: i giganti d’Europa sono in bilico

ridicolo, disperazione e paura
I giganti europei zoppicano

Di Tobias Nordman

La Società delle Nazioni è in pausa. E i due colossi del calcio hanno portato grande preoccupazione nel loro tempo libero. Inghilterra e Francia rischiano la retrocessione. Molto più importante, però, è che i grossi problemi si accumulano in vista del Mondiale in Qatar.

La cosa buona di una cancellazione totale è che non puoi davvero rompere di più. Per il calcio francese, la recente “panne generale” contro la Croazia (0-1) nella Nations League è stata una notizia molto gradita. Poiché la squadra nazionale non può essere semplicemente sciolta, ora vengono recuperati tutti i tipi di strumenti per riportare in carreggiata quella “Les Bleus” di classe. Con l’ultimo viaggio su strada del Qatar attraverso il deserto pre-natalizio, il motore dovrebbe funzionare alla massima potenza. Nell’emirato difendere il titolo dopo la vittoria nel 2018 è all’ordine del giorno dell'”Équipe Tricolore”.

Ma non solo in francese box auto avvitato diligentemente. Anche in inglese officina di riparazione auto Il capo meccanico elaborerà un piano di salvataggio nei prossimi mesi. Dopo due umiliazioni contro l’Ungheria (l’ultima 0:4 in casa), l’auto è in uno stato di disastro. Gli applausi di fan, esperti e media sono stati riversati sui “Three Lions” e sul loro allenatore nazionale Gareth Southgate. I crediti dopo due tornei di grande successo (semifinali WM 2018 e finale EM 2021) sono esauriti. I media pungenti britannici erano soliti scegliere parole come “scioccante”, “umiliante” o “terribile”. La folla ha cantato dispettosamente all’allenatore Southgate per la sua formazione preferita: “Non sai cosa stai facendo”.

I due colossi del calcio europeo hanno barcollato. Stavano vacillando verso la retrocessione nella Nations League. Questa competizione UEFA, che sta ancora cercando un posto di rilievo nella fitta rete di incontri. Quest’estate, i massimi funzionari hanno messo un mantello per i test di resistenza della Coppa del Mondo sul loro prodotto premium, che continua ad essere visto in modo critico. Un trucco che funziona davvero. Gli stadi sono molto affollati, il che potrebbe anche essere dovuto alla nostalgia per i tempi emotivi post-coronavirus (mentre le ondate estive si sono accumulate), anche gli ascolti TV sono molto ragionevoli. Stanchi del calcio? Meglio di no.

Le icone degli allenatori sono difficili da contare

E in qualche modo sì. Almeno per molti protagonisti. Dopo la stagione di asciugatura, la batteria diventa di colore rosso scuro. Fisicamente e mentalmente. Ciò è dimostrato in modo impressionante dai deboli leoni striscianti d’Inghilterra. Sei interessato a un taglio di successo? Difficilmente disponibile. La loro lentezza e inerzia nel cantiere contro l’affondamento della nave hanno acceso un dibattito selvaggio e prematuro nel paese. Punto critico: Southgate. Ora che conosce la situazione, viene più volte accusato di non sfruttare il gigantesco potenziale della squadra. È stato ripetutamente accusato di consentire ai dipendenti pubblici di giocare a calcio invece di rinunciare al calcio evviva. Ora potrebbe davvero dover tremare per il suo lavoro.

Lo stesso valeva per Didier Deschamps, il generale francese minore. Come giocatore e come allenatore è un campione del mondo. È un uomo che sa come farlo. Dì: chi conosce la strada per la vittoria. Ma il 53enne è attualmente a un bivio e non sa quale strada porterà al successo. Sembrava sempre più impotente. Tante stelle, tanto potenziale – e tanta delusione in campo. Gli allarmi sono scattati da tempo nel calcio francese. “Ci mancavano forza, carattere ed energia. Devi accettarlo, anche se fa male”, ha detto Deschamps dopo l’1-0 con la Croazia, la quarta partita consecutiva senza vittorie. Dopo la morte di suo padre, solo a lui manca “l’energia e la forza” per tirare fuori la squadra dalla stasi. Ma Deschamps conosce anche voci molto critiche. Lo hanno anche accompagnato durante il suo mandato, che va avanti dal 2012. Circa l’anno scorso dopo il suo clamoroso Campionato Europeo KO contro la Svizzera agli ottavi (dopo i calci di rigore).

“Quattro partite, nessuna vittoria, solo tre gol: questa fase internazionale è fallita”, ha lamentato il quotidiano “Le Parisien”. “L’Equipe” dimostra Les Bleus “un 14 giorni piuttosto pericoloso”. Cresce anche lo scetticismo tra i fan. Quando “Figaro” ha votato se la Francia fosse ancora favorita per la Coppa del Mondo, circa l’80% ha votato no martedì. Deschamps ha cercato di calmare lo spirito pubblico arrabbiato. “Ovviamente non sono preoccupato”, afferma. Soprattutto, alla sua squadra al momento manca la freschezza richiesta.

La Società delle Nazioni ha creato un problema sportivo. Questo distrugge lo spirito di ottimismo. Almeno nei giganti del calcio continentale. Anche la Germania si è unita al diffuso lamento. Il tecnico della nazionale Hansi Flick, cambiatore di nuvole della DFB di successo dall’era nuvolosa (almeno dal 2018) post-Joachim Löw, si è lamentato a metà del blocco estivo, dopo il duello con l’Inghilterra e prima della partita contro l’Ungheria: “Quattro partite sono molto facile dopo una lunga stagione”. La nazionale, dove c’è stata poca euforia dalla fine dell’estate scorsa, è stata colpita dall’atmosfera.

Flick è molto critico

“Anche due anni devono essere pieni. A quel tempo c’era una pandemia, tante partite sono state rinviate”, ha ammesso Flick. “Abbiamo molte settimane in Inghilterra, una breve pausa estiva per i giocatori. Poi non hai quasi preparazione, poi torni alla vita di tutti i giorni in Bundesliga e Champions League”. I migliori giocatori e le loro squadre saranno convocati “ogni tre o quattro giorni” fino all’inizio dei Mondiali in Qatar il 21 novembre. Come simbolo di entusiasmo per la competizione di questa estate, è stato utilizzato un video che mostra Leon Goretzka completamente apatico nel quiz DFB. “Bisogna prendersi cura di lui e chiedersi come far riposare i giocatori”, ha detto Flick, anche a causa dei possibili infortuni da sovraccarico causati da un programma molto serrato. Gli allenatori delle nazionali controllano le federazioni mondiali FIFA e UEFA. Gli esperti devono “indagare sulle cose e decidere una linea d’azione”.

Flick probabilmente non starà lontano dai suoi critici anche adesso, nonostante la Nations League gli abbia dato una vittoria decisiva e feroce alla fine, 5:2 contro l’Italia campione d’Europa in carica, ma non essendo riuscito a qualificarsi per la Coppa del Mondo del Qatar in una grande gioco. sconvolgimento. Con il personale più selvaggio sperimenta di nuovo. Proprio come prima della vittoria EM della scorsa estate. Alla DFB potranno prendere molto sul serio quanto sia davvero preziosa questa vittoria contro una nazione top (non funzionante) in termini di sport. Per quanto riguarda il suo umore è fantastica.

In Italia è diverso: il 2:5, scioccante per l’incidente, ha causato grande preoccupazione. “Italia, che vergogna! Una partita da incubo contro la Germania”, dal titolo “Gazzetta dello Sport”. “La Repubblica” scrive di “una grave umiliazione, una delle peggiori della storia azzurra”. L’allenatore Roberto Mancini, che è ancora un eroe dopo il trionfo di EM nel 2021, è stato criticato pubblicamente per la prima volta. “Non ci sono scuse per il 57enne. L’allenatore è troppo coraggioso”, ha lamentato il “Corriere dello Sport”. Ecco perché i giornali “non possono andare avanti così”.

I tre giganti europei barcollarono nell’abisso. Mentalmente e fisicamente svuotati. La controversa risoluzione potrebbe avere gravi conseguenze per la Società delle Nazioni. Con Francia e Inghilterra i due colossi saranno retrocessi dal girone di testa, il che minerebbe l’idea di fondo di un torneo che torna così allettante. Anche se la retrocessione è un elemento di questa competizione. Ma non necessariamente, perché la UEFA lo ha dimostrato. Quando la squadra della DFB è stata retrocessa nella prima edizione, il numero dei partecipanti al girone di testa è effettivamente aumentato.

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.