I pubblici ministeri si oppongono alla sospensione dell’impedire la candidatura di Olona

La Procura della Provincia di Madrid si è opposta alle richieste avanzate da privati ​​di sospensione della prevenzione della nomina dei candidati Vox per le prossime elezioni andaluse, inclusa Macarena Olona.

E’ la decisione del Ministero degli Affari Generali nell’ambito dell’udienza svoltasi presso il Tribunale distrettuale di Madrid n. 82, in risposta alla richiesta di un avvocato nell’ambito di una causa contro formazioni politiche per la redazione delle leggi. gli statuti. In una lettera accessibile a Europa Press, gli avvocati affermano che il candidato 19-J è stato scelto “alle dita”.

Per il Ministero degli Affari Pubblici la richiesta “non è volta a garantire un’effettiva tutela giurisdizionale”, ma destinato a “continuare la valutazione”Pertanto, questa petizione non può essere accolta. “Va tenuto conto che siamo di fronte a una legge del 2019, in cui sono state scelte posizioni e non ci sono sfide”, ha affermato.

Lo hanno sottolineato i pubblici ministeri l’intento dell’avvocato è che l’accordo del candidato sia sospeso, “che impedirebbe al partito di proporre il suo candidato”. In quanto tale, ha insistito sul fatto che in caso di decisione di licenziamento, il danno per Vox sarebbe “irreparabile”.

La nomina di martedì arriva dopo che il 2 giugno la Corte ha ammesso di aver processato una causa intentata dall’avvocato Pedro Muñoz Lorite -che afferma di essere un membro di Vox- contro la formazione guidata da Santiago Abascal, in cui richiesta di dichiarare nulli alcuni articoli del regolamento interno. Nell’ambito del processo, e come previsto dalla legge, l’attore e Vox sono stati chiamati a comparire in questo processo per azione preventiva.

Nella tua richiesta, l’avvocato ha chiesto al Tribunale di dichiarare nulli gli articoli 23 e 24 dello Statuto delle parti e dell’articolo 11 del Regolamento Interno in materia di Procedure per la Selezione dello Stabilimento RIPE. Secondo lui, questi articoli contraddicono le disposizioni della Costituzione e della legge organica dei partiti politici, nonché il Trattato dell’Unione europea e la Convenzione europea sulla protezione dei diritti dell’uomo.

Articoli 23 e 24

In particolare, gli articoli 23 e 24 dello Statuto regolano: procedure per la selezione organica delle cariche e la determinazione dei candidati eletti alle cariche pubbliche. Lo stesso articolo 11 del Regolamento Interno disciplina la prestazione di garanzie per poter concorrere alla nomina.

La vice segretaria legale di Vox, Marta Castro, ha difeso davanti alla Corte che Muñoz Lorte non ha la legittimità di intentare causa e ha chiesto che la nomina del partito alle elezioni del 19 giugno sia sospesa per precauzione. Castro lo aveva spiegato Muñoz Lorite “non un membro a pieno titolo”, perché ha presentato domanda l’8 maggio, due giorni prima di intentare causa, e si trova ancora nel periodo – che dura nove mesi – in cui è membro provvisorio.

Nel lasso di tempo del suo discorso, il rappresentante del partito lo ha assicurato querelante “quello che vuole è l’espulsione della candidatura senza alcuna base fattuale o giuridica”. A suo avviso, “c’era una chiara malafede” da parte degli avvocati e che vi era una “mancanza di prove” che poteva “distorcere” le azioni di Vox.

Daniel Jensen

"Pop culture geek. Passionate student. Communicator. Thinker. Professional web evangelist."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.