È un duro colpo, il Mondiale è il sogno di tutti, ha detto dopo essere stato eliminato dai playoff

Aggiornare: 25.03.2022 14:32
Rilasciato:

Solna (Svezia) – È stato un duro colpo per il centrocampista Antonín Barák che il calciatore ceco ha perso nelle semifinali dei playoff della Coppa del Mondo in Svezia 0:1 dopo i tempi supplementari e non sarà presente nella finale del torneo. Il 27enne centrocampista di Verona, in Italia, ha definito la partita di Solna un pareggio e si è rammaricato che la squadra settentrionale avesse mostrato le sue qualità offensive nel peggior momento possibile. Il gol sconosciuto di Jan Kuchta dall’inizio del duello è stato considerato un momento controverso.

Dopo la sconfitta contro la Svezia, la squadra ceca ha perso l’occasione di giocare la finale dei playoff del campionato in Qatar contro la Polonia martedì. “È un momento difficile, ovviamente dobbiamo mordere. Per me è un duro colpo, perché il Mondiale è il sogno di tutti. Era un mio grande desiderio arrivarci. Sono emotivamente, molto deluso, triste e arrabbiato. “È difficile per me giudicare ora perché è fresco. Siamo molto dispiaciuti di non aver visto il Qatar”, ha detto Barák in una conferenza stampa.

Robin Quaison è il suo successore. “Penso che sia stata una partita equilibrata. Di fatto entrambe le squadre hanno delle possibilità. Sfortunatamente per noi la Svezia ha mostrato qualità individuale nel momento forse peggiore per noi. Sono riusciti a farcela e ad impostarla con un obiettivo. Per me è una serie. partita, quindi è finita dopo 90 minuti”, ha detto Barak.

All’11’ l’attaccante del Kuchta mette la palla in rete, ma l’arbitro inglese segna per un sospetto fallo di Jakub Brabec. Il verdetto è stato confermato anche dal giudice video. “Purtroppo, a questo punto non cambieremo le cose. Sembra un momento controverso sul campo in gesso. Penso che l’arbitro potrebbe sbagliare, forse no. che è stato violato da Cuba Brabec”, ha detto Barak. .

“E’ stato davvero un momento che poteva e non ci ha aiutato. La partita è iniziata. Se andiamo in vantaggio, in questa partita, dove un errore è decisivo, è molto importante segnare il primo gol. Dobbiamo andare avanti, ” ha aggiunto Barak.

Ha elogiato il modo in cui la squadra ha gestito la partita in una composizione non convenzionale con tre stopper. “L’allenatore ha consultato diversi giocatori una settimana prima dell’incontro che sembrava essere l’opzione migliore a causa della loro assenza. Eravamo tutti d’accordo, eravamo pronti nelle nostre teste per quello che volevamo. Il set-up è buono”, ci siamo preparati bene per questo. Non abbiamo giocato una brutta partita, non abbiamo nulla di cui vergognarci. Ci aspettavamo tutti una partita del genere. Sappiamo cosa è successo che probabilmente avrebbe deciso un gol”, ha aggiunto Barák.

Semifinali di qualificazione agli spareggi di calcio della Svezia Barracks

Vincent Ramsey

"Zombie lover. Professional bacon fan. Infuriatingly humble thinker. Food aficionado. Twitter advocate."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.