Video: dopo 300 anni, una rara balena appare sulle coste italiane

I conservazionisti lo stanno gradualmente monitorando nel Golfo di Napoli, vicino all’isola di Ponza, e più recentemente a Roma, vicino a Fiumicino, scrive l’agenzia DPA.

La balena grigia viveva nell’Atlantico, ma è stata distrutta dai cacciatori e negli ultimi tre secoli gli scienziati l’hanno trovata esclusivamente sulla costa del Pacifico del Nord America e sulla costa del nord-est asiatico. Gli esperti stanno ora discutendo su come il giovane individuo si sia fatto strada nel Mediterraneo, che fa parte dell’Atlantico, e se il raro fenomeno possa essere considerato una prova che questa balena sia tornata permanentemente nell’Oceano Atlantico.

La possibile spiegazione che il merlano sia apparso in Italia è duplice. Secondo alcuni scienziati, è possibile a causa dello scioglimento del ghiaccio nell’Artico, la balena potrebbe nuotare nell’Atlantico. Altri credono che a causa della sua età possa essere nato nell’Oceano Atlantico.

“Non possiamo ancora dirlo con certezza, ma la balena è lunga circa sette o otto metri, il che significa che ha circa sei mesi. Quindi è improbabile che arrivi dall’Oceano Pacifico”, si legge nella lettera Volta Maddalena Jahoda dell’Osservatorio Cetacei di Tetide. “Nascono nel Pacifico in inverno e migrano in Alaska in primavera per cercare cibo durante l’estate. Le balene che nasceranno lì quest’inverno non avranno abbastanza tempo per nuotare nell’Atlantico, il che indica che le balene hanno tornato nell’Oceano Atlantico”, ha aggiunto.

I coleotteri si nutrono di plancton e krill sui fondali poco profondi e le madri devono insegnare loro questo metodo di foraggiamento. “Questa balena è sola in un mare sconosciuto, quindi potrebbe avere difficoltà a procurarsi il cibo”, temeva Strawberry.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Leave a Reply

Your email address will not be published.