Un uomo e una donna del Kosovo sono accusati di aver pianificato un attentato terroristico in Italia

La polizia italiana ha arrestato un uomo e una donna originari del Kosovo accusati di aver pianificato un attacco terroristico per conto dell’Isis.

Secondo i media di Pristina, una famiglia del Kosovo ha seguito la via della propaganda jihadista su Internet ed è stata addestrata a compiere attacchi terroristici.

Secondo i media italiani, stanno pianificando attacchi con ordigni esplosivi in ​​Italia e i tribunali li stanno indagando per cooperazione al terrorismo o rovesciamento di ordini democratici, reclutamento e addestramento a fini terroristici, anche internazionali.

Un uomo e una donna sono stati arrestati il ​​15 giugno per ordine della procura di Trento, e il 18 giugno il tribunale ha imposto una misura di sicurezza agli “arresti domiciliari”.

La decisione sulla misura di sicurezza, secondo i carabinieri, è stata determinata dalla necessità che le autorità giudiziarie italiane garantiscano la deradicalizzazione dei due indagati e delle loro famiglie.

Secondo gli inquirenti, dopo l’attentato terroristico in Italia, fuggiranno in Africa, dove si uniranno all’organizzazione terroristica “Stato islamico” – Isis.

Nell’azione sono state sequestrate apparecchiature informatiche e prodotti chimici, materiali per la fabbricazione di ordigni esplosivi, che sono stati portati per indagini tecniche.

Tag


Naomi Dennis

"Twitter trailblazer. Lifelong gamer. Internet expert. Entrepreneur. Freelance thinker. Travel guru."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.