Nell’ultimo giorno sono arrivati ​​sull’isola italiana oltre 2.100 migranti

Nelle ultime 24 ore sono arrivate a Lampedusa 20 barche di migranti. Alcuni hanno dovuto essere assistiti dalla Guardia Costiera italiana e dalla polizia. Più di seicento persone sono arrivate in serata sull’isola, che si trova vicino alla costa libica.

L’Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM) ha dichiarato che almeno cinque migranti sono morti domenica sulle coste libiche. Secondo gli esperti, il numero di migranti che tentano di attraversare l’Europa attraverso il Mediterraneo è in aumento a causa delle buone condizioni meteorologiche e del mare calmo.

Le strutture per i migranti sull’isola di Lampedusa si sono riempite dopo domenica. Secondo l’emittente radiofonica Rai, le autorità stanno lavorando al graduale ricollocamento dei migranti in Sicilia, dove dovranno sottoporsi alla quarantena obbligatoria. Le prime 200 persone hanno dovuto lasciare l’isola più piccola oggi.

Il numero di imbarcazioni di migranti in arrivo sulle coste italiane è notevolmente aumentato dal 1 maggio, quando quasi mille profughi sono sbarcati a Lampedusa. Secondo gli esperti, ciò è in parte dovuto alle buone condizioni meteorologiche e al mare calmo.

L’ONG Alarm Telephone, che ha ricevuto informazioni sulle navi in ​​difficoltà, ha detto che c’erano barche con circa quattrocento migranti che avevano bisogno di aiuto stasera intorno a Malta.

L’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) ha dichiarato oggi che la Guardia costiera libica ha riportato nel Paese circa 700 migranti nell’ultimo giorno. Almeno cinque persone, tra cui un bambino, sono morte quando una barca con almeno 45 persone si è capovolta domenica. I pescatori sono riusciti a salvare 40 persone. I migranti detenuti dalle guardie libiche saranno esiliati in campi dove, secondo le organizzazioni internazionali, sono a rischio di violenze e violazioni dei diritti umani. Il capo dell’Oim Libia, Federico Soda, ha invitato gli Stati a ridistribuire le scialuppe di salvataggio nel Mediterraneo.

Il numero crescente di migranti dovrà essere affrontato dal governo italiano nei prossimi giorni. Domenica il leader leghista di estrema destra Matteo Salvini, che da tempo critica l’immigrazione clandestina, ha chiesto un colloquio con il presidente del Consiglio Mario Draghi. Il capo di un altro gruppo di governo, il Pd di centrosinistra, Enrico Letta, ha chiesto che le navi europee della missione Irini, che vigila sul rispetto dell’embargo sulle armi alla Libia, siano schierate per operazioni di soccorso in mare. Quando era primo ministro nel 2013 e nel 2014, Letta ha lanciato l’Operazione Mare Nostrum, alla quale le navi della Marina Militare italiana hanno preso parte al soccorso dei migranti in mare.

Secondo Reuters, dall’inizio dell’anno ai primi giorni di maggio sono arrivate in Italia circa 11mila persone, circa il triplo rispetto a un anno fa. Tuttavia, i numeri sono molto più bassi rispetto al 2014 e al 2015, quando centinaia di migliaia di persone si sono recate in Europa dalla costa meridionale del Mediterraneo.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.