Moka: il caffè che puoi sempre gustare :: Notizie locali

Le moka si trovano in ogni casa italiana e senza di esse la colazione non sarebbe colazione. Bene, questo dispositivo è molto popolare nel nostro paese, non solo nelle famiglie, ma anche tra i viaggiatori ardenti.

Le moka, a volte anche Bialettka (secondo l’azienda Bialetti), fanno il caffè per le persone di tutto il mondo da quasi cento anni. Nel 1933 il caffè è stato inventato in Italia da Alfonso Bialetti, per un semplice motivo: voleva godersi il caffè a casa e nei bar.

Diventare popolare moka successo per diversi motivi. La cosa principale è ovviamente una facile preparazione. Tutto ciò che serve per il caffè fresco è una brocca, acqua, caffè macinato e un fornello (o fuoco o fornello). In termini di gusto, il caffè dalla moka può essere classificato da qualche parte tra espresso e caffè filtrato. Un altro motivo, ovviamente, è la sua forma compatta: è facile da riporre, non richiede molto e puoi goderti il ​​tuo caffè durante le escursioni, ai piedi della montagna o anche in mezzo alla foresta.

Come funzionano le moka?

  1. Riempi il fondo del bollitore con acqua appena sotto la valvola.

  2. Riempire il filtro con caffè macinato, versare, lisciare la superficie e pulire i bordi. Grazie a ciò, la pressione non andrà via durante la preparazione.

  3. Quindi inserire il colino pieno sul fondo della teiera, avvitare la parte superiore e avvitarlo correttamente. Se hai intenzione di rovinare un po’ la moka, è tuo caffè con l’effetto pressione, accadrà dove non lo vuoi.

  4. Ora è il momento di mettere il bollitore a fuoco medio. Lascia il coperchio aperto e osserva come il caffè inizia a salire.

  5. Quando la schiuma di panna inizia a fuoriuscire dal pistone, è necessario ridurre al minimo la fiamma. Quindi guarda mentre la parte superiore della teiera si riempie lentamente.

  6. Quando il caffè riempie circa 2/3 del volume della parte superiore della caffettiera, inizia a sgorgare e gorgogliare in qualche modo. A quel punto togliete il bollitore dal fuoco.

  7. Ora dai al caffè un minuto e puoi versarlo.

Che tipo di caffè per una moka?

Ogni metodo di preparazione del caffè richiede qualcosa di diverso: sia il tipo che la ruvidità della macinatura del caffè. In una moka si prepara il caffè a media pressione. Pertanto, i granuli dovrebbero essere macinati con una grana compresa tra fine e media ruvidità. Prova a strofinare il caffè macinato tra le dita: dovrebbe assomigliare a una farina semi-grossa.

Cos’altro dovresti sapere?

  1. Prima ancora di acquistare una teiera, pensa a quante tazze vuoi ricavarne: la berrai tu stesso o hai intenzione di fare il caffè per più persone?
  2. Scopri qual è il materiale più adatto a te. La variante in alluminio è probabilmente la più richiesta perché leggera, resistente e, secondo gli italiani, fa il miglior caffè.
  3. La parte superiore della moka ha una guarnizione speciale che deve essere sostituita di tanto in tanto. Tuttavia, non c’è nulla di cui aver paura. Vendono queste parti quasi ovunque.

E infine, un altro consiglio: la patina del caffè marrone si accumulerà nel tempo nella caraffa. Non strofinare! Gli italiani lo adorano perché migliora il sapore di ogni tazza successiva.

Vincent Ramsey

"Zombie lover. Professional bacon fan. Infuriatingly humble thinker. Food aficionado. Twitter advocate."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.