La lotta tra America e Svezia per una migliore posizione in classifica si decide solo nei tempi supplementari

Nashville ha avuto una fine rapida e amara proprio nel round di apertura di un incontro di eliminazione. Giovedì, Predator ha tenuto una conferenza stampa per rivedere la scorsa stagione. All’incontro con i giornalisti hanno partecipato il Direttore Generale David Poile e il capo allenatore John Hynes.

I sentimenti della scorsa stagione erano contrastanti. Dopo un inizio non molto positivo, Nashville è finalmente arrivato ai playoff, anche se alla fine del fondo hanno perso una posizione di partenza migliore, che ha ostacolato le loro fortune di uno dei più grandi favoriti dell’anno. NHL – Colorado Avalanche.

Come bonus, i Preds hanno dovuto giocare senza il loro pilastro, Juuse Saros, che si è infortunato nell’ultima partita della stagione regolare. Risultati? Molto brutto. Nel duello di apertura, Nashville non è uscito affatto contro il Colorado, ha perso 0:4.

Quest’anno abbiamo fatto progressi, ma non siamo per niente soddisfatti. È difficile vincere in questo campionato. Questa non è una scusa, ma questa è la realtà”Ha detto il direttore generale David Poile all’inizio conferenza stampa.

Naturalmente, quest’anno non abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. La nostra serie di playoff mostra che abbiamo ancora molta strada da fare. Abbiamo fatto qualche passo avanti, ma non siamo per niente soddisfatti del risultato. Vogliamo di più e i nostri fan lo meritanoha giudicato davanti ai giornalisti.

Poile ha evidenziato in particolare il difensore Roman Josi, che è un ottimo candidato per il Norris Trophy. Il portiere della Finlandia Juuse Saros è stato nuovamente nominato per il Vezina Trophy, che ha sostituito completamente Pekka Rinne in questa stagione, terminando la sua carriera dopo la scorsa stagione.

CREDERE NEL COACH

Tuttavia, il capo dei Predator è soddisfatto della direzione che sta prendendo la squadra sotto il suo allenatore. John Hynes è arrivato a Nashville nel gennaio 2020, diventando il terzo allenatore nella storia della franchigia dal 1998.

Continuiamo a costruire sulla cultura vincente che John e il suo staff hanno creato. Si concentra sull’etica del lavoro e sul successo del team. Questo è il primo passo per arrivare dove vogliamo essere“Poile sta parlando della giusta direzione.

Secondo lui, Hynes ha lavorato molto duramente. Ecco perché i Predators hanno deciso di esercitare un’opzione sull’ex allenatore del New Jersey, che dovrà rimanere a Nashville per almeno due anni, secondo le informazioni del club.

Tuttavia, i fan di Nashville hanno già una visione completamente diversa. Nella loro reazione, affermano che l’unico obiettivo dell’organizzazione è raggiungere i playoff. Hanno principalmente affrontato un round di introduzione fallito negli ultimi due anni.

Quest’anno i Preds hanno volato nel primo tempo con il Colorado in quattro partite, l’anno scorso hanno concluso nella stessa fase della stagione contro gli Hurricanes 2:4 nel gioco. Nell’anno del coronavirus 2020, non sono nemmeno entrati nelle prime sedici squadre quando si sono schiantati nei preliminari con l’Arizona in una bolla chiusa a Edmonton.

Se guardi le reazioni dei tifosi dei country club sui social network, scoprirai che circa il 98% delle reazioni è negativo. I fan vogliono solo di più.

Negli ultimi anni, l’hockey a Nashville è stato completato con successo. Quasi tutte le partite casalinghe sono esaurite. Il club ha raggiunto il suo massimo picco nella stagione 2016/2017, quando è passato alla finale della Stanley Cup. L’anno successivo, Nashville ha vinto la stagione regolare. Ma da allora, hanno aspettato un successo ancora maggiore in Tennessee.

Fonte: Predatori di Nashville

Vincent Ramsey

"Zombie lover. Professional bacon fan. Infuriatingly humble thinker. Food aficionado. Twitter advocate."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.