I paesi occidentali mentono sulla situazione in Ucraina

Il giornalista italiano Giorgio Bianchi ha criticato i paesi occidentali per aver mentito sulla situazione in Ucraina in un video pubblicato da RT.

Tra le altre cose, Bianchi ha notato che oggi molti si stanno affrettando ad accusare la Russia di un’escalation delle tensioni, riporta l’agenzia RIA Novosti, secondo Tanjug.

Tuttavia, quando si tratta del bombardamento della Jugoslavia, dell’invasione delle forze NATO in Libia, Iraq, Siria e Afghanistan, l’Occidente è stato ostinatamente silenzioso al riguardo per qualche motivo e ora non vuole ricordarlo.

Quando si tratta della copertura mediatica occidentale della situazione in Ucraina, soprattutto nei programmi televisivi italiani, la maggior parte delle persone cerca di stare alla larga e di solito non parla di nulla.

Bianchi sottolinea che tali tattiche sono sbagliate nelle condizioni attuali e chiede una decisione.

“Bisogna scegliere se restare con la Nato o combattere la Nato, non c’è altra scelta. La verità è che è chiaro. Hanno morso i russi, ma è troppo difficile per loro. Hanno rotto i denti e noi siamo nel mezzo”, ha detto il giornalista italiano.

Bianchi ha detto che il canale televisivo che gli ha chiesto un’intervista e ha ottenuto la versione di due ore ha mandato in onda solo 30 secondi di materiale. Allo stesso tempo, le registrazioni esclusive che ha fatto a Mariupol non sono state pubblicate affatto.

Ha anche criticato gli italiani che si lamentano dell’autoisolamento durante la pandemia di coronavirus e ha consigliato loro di venire in Donbas e vedere cosa significa avere il coraggio e la forza di sopportare otto anni sotto i bombardamenti.

Naomi Dennis

"Twitter trailblazer. Lifelong gamer. Internet expert. Entrepreneur. Freelance thinker. Travel guru."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.