Hugo Maradona annuncia che sarà candidato alle prossime elezioni nella città di Napoli: la sua reazione quando viene accusato di aver usato il cognome

Hugo Maradona e Catello Maresca alle porte dello stadio Diego Armando Maradona (@MarescaCatello)

Hugo Hernán Maradona, uno dei fratelli che si ricorda Diego Armando Maradona, morto il 25 novembre 2020, ha annunciato oggi la sua intenzione di candidarsi alle elezioni comunali di Napoli di ottobre, secondo i media italiani. Sky TG24. Aderirà all’alleanza e anticipa il suo sostegno al candidato sindaco Catello Maresca.

Il “turco” Maradona si unirà alla lista dei gruppi politici denominata “Napoli capitale”, di Enzo Rivellini, che fanno parte della coalizione di centrodestra guidata da Maresca, candidato sindaco della città del sud Italia.

“Il mio impegno più grande è con i bambini e i giovani”, ha detto in una conferenza stampa improvvisata oggi intorno Stadio Diego Armando Maradona, dove il fratello ha riempito di calcio il club locale portandolo a vincere due scudetti nelle stagioni 1986/1987 e 1989/1990, oltre alla Coppa UEFA (oggi Europa League) nel 1988/1989, la Copa Italia (1987) e la Supercoppa Italiana nel 1990. .

“Da tempo mi impegno a sostenere bambini e ragazzi e voglio continuare in questa direzione. Soprattutto voglio cercare di garantire l’accesso allo sport”, ha spiegato l’ex calciatore 52enne.

Il fratello minore di Maradona ha aggiunto che “mi avevano proposto questo per aiutare i bambini e l’ho fatto molto felicemente. Non parlo di politica, ma solo di calcio e di dare ai ragazzi una, due o tre ore alla settimana per essere felici con il calcio”.

D’altro canto, tacchino avuto un disaccordo con il giornalista che ha chiesto se non ha approfittato della fama del fratello, questione molto discussa in città nei giorni scorsi. Sono Hugo Maradona, non Diego, ok?“, Rispondere.

Manifesti presentati oggi dalla coalizione che promuove la candidatura di Turco Maradona
Manifesti presentati oggi dalla coalizione che promuove la candidatura di Turco Maradona

Hugo non ha la cittadinanza italiana, anche se vive regolarmente nel Paese dopo essersi sposato molti anni fa e averla richiesta, “affinché la delegazione del governo ne sia informata affinché possa partecipare”, ha assicurato Rivellini.

Inoltre, Rivellini ha spiegato che il fratello di Maradona “è a conoscenza dei disordini sociali della gioventù napoletana ed è per questo che vuole aiutare a livello cittadino”.

“Quando abbiamo parlato della sua candidatura, non mi ha chiesto nulla, solo di continuare ad aiutare i giovani di Napoli dall’interno dell’istituzione”, ha detto il fondatore di “Napoli Capitale”. Da quella spiegazione, se questo roster vince, dovremo vedere quale posizione avrà Hugo.

Coalizione a sostegno della candidatura tacchino Mostra anche un poster con i volti di Diego e Hugo Maradona e il loro slogan è “Solo Napoli, la capitale, ha Maradona per far tornare grande questa città”.

Rivellini ha criticato anche coloro che hanno discusso sull’uso del cognome di Maradona: “Si candiderà alle elezioni, se i napoletani lo vogliono, lo voteranno in piena democrazia”, ​​ha detto.

Mentre il candidato sindaco, Maresca, ha ringraziato l’ex calciatore argentino per la sua disponibilità. “Chiunque voglia mettersi a disposizione della città è il benvenuto”, ha sostenuto.

CONTINUA A LEGGERE

L’intimità della vacanza in famiglia di Messi: video del salto di Leo con Thiago da una nave da crociera e visita a un’isola “magica”
Immersioni da una nave da crociera e il look che l’ha resa di tendenza: nuove foto della vacanza di Lionel Messi a Ibiza

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.