Cosa sta facendo Angela Merkel ora che non è cancelliera? | Internazionale | Notizia

Il lavoro non andrà perso Angela Merkel dopo aver lasciato il cancelliere tedesco. All’inizio non era chiaro se sarebbe stato disposto a tornare sul ring o se avrebbe preferito godersi, a 67 anni, giornate meno stressanti. Le Nazioni Unite gli hanno offerto l’incarico e anche La Sinistra, partito non del tutto d’accordo con l’ex ministro degli Esteri, gli ha chiesto di tornare in politica per mediare nel conflitto della Russia con l’Ucraina.

Prima di lasciare la sua posizione a Berlino, la Merkel ha ammesso che avrebbe usato il suo tempo libero per riposare e dormire ancora per un po’. Non è una grande sfida considerando, dicono, dorme solo quattro ore al giorno nel suo ruolo di capo del governo. Da quando ha lasciato l’ufficio, è stato visto raramente in pubblico. Di tanto in tanto fa shopping ea dicembre è stata avvistata al Deutsches Theater per la prima di “The Broken Pitcher” di Heinrich von Kleist.

La sua apparizione più mediatica finora è avvenuta il 13 febbraio. quando ha partecipato, come delegato del suo partito nel Meclemburgo-Pomerania occidentale, alla cerimonia di inaugurazione del secondo mandato di Frank-Walter Steinmeier come presidente della Germania. In quell’occasione alcuni politici di vari settori si sono fatti selfie con l’ex ministro degli Esteri e hanno condiviso le loro foto sui social network.

Si dice anche che inizierà a lavorare alle sue memorie insieme a Beate Baumann, una delle sue confidenti. È anche spesso visto nel suo nuovo ufficio, lo stesso ufficio che Helmut Kohl usava come ex cancelliere e si trova nell’edificio che ospita i membri del parlamento tedesco. La Merkel è arrivata sul posto, ha riparato il suo ufficio (di cui ha nove collaboratori) e si è mostrata molto impegnata, in completo controllo della sua agenda, secondo chi l’aveva incontrata.

posto vacante

L’offerta di lavoro più ovvia è stata fatta dal segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, che gli ha offerto di dirigere un organo consultivo di alto livello sui beni pubblici globali. La proposta è stata personalmente respinta dall’ex segretario di Stato, che ha telefonato a Guterres per ringraziarlo della sua considerazione, ma ha rifiutato l’offerta. Se accetta, dovrà trasferirsi a New York. La verità è che è improbabile che la Merkel accetti, poiché suo marito, Joachim Sauer, ha un contratto in corso con un’università di Berlino, dove ha aggiunto un altro contratto con l’Università di Torino, in Italia, per insegnare chimica. E uno degli obiettivi della Merkel in contropiede era quello di passare più tempo con Sauer.

In ogni caso, se la Merkel è annoiata e il suo corpo le chiede di tornare sulla scena politica, il leader della fazione parlamentare di sinistra tedesca, Dietmar Bartsch, ha messo sul tavolo il nome dell’ex ministro degli Esteri come mediatore nel conflitto ucraino. “Ha l’autorità necessaria davanti alle due parti in conflitto per disinnescare la situazione”, ha detto Bartsch al quotidiano del gruppo Funke. Dato che l’attuale governo non ha sufficiente legittimità, a causa della partecipazione della Merkel all’accordo di Minsk nel 2015 che ha gettato le basi per un cessate il fuoco nell’Ucraina orientale, i politici di sinistra pensano che il cancelliere Olaf Scholz e il suo team farebbero bene a “lavorare”. insieme alla Francia per proporre la Merkel come mediatore di pace tra Russia e Ucraina”.

In uno dei suoi ultimi viaggi negli Stati Uniti, alla Merkel è stato chiesto del suo futuro. Poi ha risposto così la nuova fase “Penso che mi piacerà molto”, e sostiene che si prenderà il tempo per “leggere qualcosa, e poi i miei occhi si chiuderanno perché sono stanco, poi farò un pisolino e alla fine vedremo da dove emergerò”. Indipendentemente da ciò che la Merkel decide o da dove appare, una cosa è certa è che non deve preoccuparsi di fastidiosi problemi finanziari. Secondo le stime di DW, il cancelliere riceverà una pensione di 15.000 euro al mese grazie al suo lavoro di cancelliere e membro del parlamento, nonché ministro nella precedente legislatura. (IO)

Daniel Jensen

"Pop culture geek. Passionate student. Communicator. Thinker. Professional web evangelist."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.