collegamento pericoloso dal provider RN preferito con identità ultra-giusta

Di Jérémie Baruch, Vincent Nouvet e Maxime Vaudano

Inserito ieri alle 10:44, aggiornato ieri alle 12:30.

Sono una piccola mano della campagna presidenziale di Marine Le Pen: hanno twittato i suoi discorsi televisivi, filmato il candidato di estrema destra sul campo per veicolare il suo movimento sui social network, alimentato la sua newsletter… Tuttavia, Julie, Martin, Arthur e il altri non erano militanti ordinari del National Rally (RN). Tutti erano impiegati da e-Politic, società classificata che si è affermata negli ultimi anni come importante provider di RN, e che oggi gioca un ruolo centrale nella campagna digitale di M.io Le Pene.

A prima vista, e-Politic è una start-up di comunicazione digitale come nessun’altra. Sopra il sitoweb, avatar e nome presentano ogni dipendente. quello ” grande capo “ ? Un certo “Paulo”, il cui volto è sconosciuto a RN. Perché prima di dedicarsi alla comunicazione politica, Paul-Alexandre Martin era il numero due del Fronte nazionale giovanile. È stato anche candidato in prima linea alle elezioni legislative del 2012 nel Rodano e alle elezioni municipali del 2014.

Collegamento con “Connessione GUD”

Il 31enne ha un profilo molto meno sulfureo rispetto ai suoi predecessori, Frédéric Chatillon e Axel Loustau, ex fornitore preferito di RN, del gruppo radicale Union Defense (GUD). Nessun errore di violenza e nessuna appartenenza nota a gruppi radicali di estrema destra, nessuna foto di compromesso… A malapena elimina tweet in onore di Dominique Venner, padre della destra moderna e figura di guardia del movimento identitario, suicidatosi nel cuore della cattedrale di Notre-Dame-de-Paris nel 2013.

Tuttavia, la carriera e l’amicizia di Paul-Alexandre Martin sollevano interrogativi. Oltre a dare a Frédéric Chatillon e Axel Loustau una partecipazione del 45% in e-Politic, Mondo ha scoperto di avere rapporti d’affari con diverse personalità vicine a “connessioni GUD”.

Leggi la prima parte della nostra indagine: Articoli forniti per i nostri clienti “GUD Connection” è ancora dietro le quinte della campagna di Marine Le Pen

Paul-Alexandre Martin, ad esempio, all’inizio del 2022 ha aperto parte del capitale della sua società immobiliare Sowilhome ad Axel Loustau, l’ex tesoriere di Jeanne, il micro-partito di Marine Le Pen. Ha anche investito nella società di produzione audiovisiva parigina Vistavisio, insieme a Claude “Antoine” Perrault, un dirigente IT senior di cui Frédéric Chatillon ha abbastanza fiducia da affidargli la carica di presidente della sua holding privata. Se Vistavisio non aveva legami noti con RN, la società aveva preso a sua volta il membro della famiglia Nicolas Crochet, un dottore commercialista al centro dell’attività di finanziamento di RN, condannato per coinvolgimento in frode e riciclaggio di appropriazione indebita di beni aziendali durante il primo processo di RN, nel 2019.

Hai ancora il 67,77% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato ai clienti.

Daniel Jensen

"Pop culture geek. Passionate student. Communicator. Thinker. Professional web evangelist."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.