Vivi una coinvolgente mostra di Van Gogh al Bazacle di Tolosa

Arriva oggi alla sala EDF Bazacle di Tolosa una nuova mostra dedicata al pittore olandese Van Gogh. Nei sotterranei della centrale idroelettrica, costruita nel 1888 e tuttora in funzione, il pubblico è invitato a scoprire centinaia di opere di pittori immergendosi completamente nei dipinti dell’artista. Grazie alla tecnologia all’avanguardia sviluppata da Exhibition Hub, le pareti e i pavimenti di questo luogo unico si trasformano in gigantesche opere d’arte. The Exhibition Center Company ha prodotto più di 90 mostre ed esperienze di questo tipo in tutto il mondo. La prima mostra di Van Gogh si è tenuta a Napoli, in Italia, in una cattedrale, poi prodotta in 40 città del mondo. Tolosa è stata la prima città francese a riceverlo.

Perché hai scelto la città di Tolosa?

Siamo venuti a Tolosa e ci siamo innamorati di questa città. I colori, le persone, sentiamo una sorta di atmosfera, un’atmosfera in questa città. Quando siamo andati alla centrale idroelettrica di Bazacle, ci siamo innamorati. Il posto è così unico e speciale. Ovviamente la scelta di inaugurare questa mostra non è sempre la più semplice, anzi, per vincoli tecnici come il fatto che si tratta di una fabbrica ancora in funzione e contemporaneamente si lavora qui o ci sono altri musei. È una sfida un po’ folle, ma ce l’abbiamo fatta.

Cosa ha di speciale questa mostra?

È un’esperienza completa con proiezioni di animazione dal pavimento al soffitto. È una mostra tra un museo tradizionale e una nuova forma di spettacolo. I visitatori entrano davvero nell’opera di Van Gogh. In una stanza speciale, puoi fare un viaggio virtuale usando la realtà aumentata. È un po’ come un museo impossibile dove puoi dare vita all’opera di un artista completo. Il pubblico potrà anche trovare la camera da letto di Van Gogh ad Arles, che l’artista ha dipinto.

Come hai creato questa mostra?

Utilizziamo ciò che chiamiamo video mapping, tecnologia all’avanguardia, che ci consente di creare esperienze straordinarie. Gli occhi sono attirati ovunque dalla luce. I dipinti e i colori accesi di Van Gogh si prestano a questo tipo di tecnica. 40 artisti digitali di fama internazionale ci hanno permesso di raggiungere questo risultato. Quando il pubblico è entrato in mostra, è stato inghiottito, immerso nell’immagine.

Pratica
Aperto lunedì, chiuso martedì. Dalle 10:00 alle 19:00 e fino alle 23:00 nei fine settimana. Adulti: da 15 euro e da 10 euro per i bambini.

Arriva oggi alla sala EDF Bazacle di Tolosa una nuova mostra dedicata al pittore olandese Van Gogh. Nei sotterranei della centrale idroelettrica, costruita nel 1888 e tuttora in funzione, il pubblico è invitato a scoprire centinaia di opere di pittori immergendosi completamente nei dipinti dell’artista. Grazie alla tecnologia all’avanguardia sviluppata da Exhibition Hub, le pareti e i pavimenti di questo luogo unico si trasformano in gigantesche opere d’arte. The Exhibition Center Company ha prodotto più di 90 mostre ed esperienze di questo tipo in tutto il mondo. La prima mostra di Van Gogh si è tenuta a Napoli, in Italia, in una cattedrale, poi prodotta in 40 città del mondo. Tolosa è stata la prima città francese a riceverlo.

Perché hai scelto la città di Tolosa?

Siamo venuti a Tolosa e ci siamo innamorati di questa città. I colori, le persone, sentiamo una sorta di pulsazione, una vibrazione in questa città. Quando siamo andati alla centrale idroelettrica di Bazacle, ci siamo innamorati. Il posto è così unico e speciale. Ovviamente la scelta di avviare questa mostra non è stata sempre delle più semplici, anzi, per vincoli tecnici come il fatto che si trattava di una fabbrica ancora in funzione e contemporaneamente si lavorava qui, o in un altro museo. È una sfida un po’ folle, ma ce l’abbiamo fatta.

Cosa ha di speciale questa mostra?

È un’esperienza completa con proiezioni di animazione dal pavimento al soffitto. È una mostra tra un museo tradizionale e una nuova forma di spettacolo. I visitatori entrano davvero nell’opera di Van Gogh. In una stanza speciale, puoi fare un viaggio virtuale usando la realtà aumentata. È un po’ come un museo impossibile dove puoi dare vita all’opera di un artista completo. Il pubblico potrà anche trovare la camera da letto di Van Gogh ad Arles, che l’artista ha dipinto.

Come hai creato questa mostra?

Utilizziamo ciò che chiamiamo video mapping, tecnologia all’avanguardia, che ci consente di creare esperienze straordinarie. Gli occhi sono attirati ovunque dalla luce. I dipinti e i colori accesi di Van Gogh si prestano a questo tipo di tecnica. Quaranta artisti digitali di fama internazionale ci hanno permesso di raggiungere questo risultato. Quando il pubblico è entrato in mostra, è stato inghiottito, immerso nell’immagine.

Aperto lunedì, chiuso martedì. Dalle 10:00 alle 19:00 e fino alle 23:00 nei fine settimana. Adulti: da 15 euro e da 10 euro per i bambini.

Jacqueline Andrus

"Unable to type with boxing gloves on. Total alcohol enthusiast. Unapologetic thinker. Certified zombie junkie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.