Vitik in Italia? La Samp è interessata ai suoi servizi e gli piacerà a gennaio

Tomáš epka ha invitato Petr vancara alla sezione di dicembre del suo podcast sul cartellino rosso. L’ex attaccante del Brno, Slovácko o Slavia, oltre all’attuale situazione calcistica, parla anche del suo talento sprecato.

vancara ha raggiunto la squadra A Zbrojovka Brno in tempi relativamente brevi, e poi a Boby Brno. Dopo due anni c’è stata una grande opportunità per emergere, nell’estate del 2000 viene ingaggiato per 540.000 sterline dallo Slavia, in attesa della qualificazione alla Champions League.

I punti non si sono qualificati per la fase a gironi e l’allenatore František Cipro è stato esonerato. A tenerlo d’occhio era Cipro, ma dopo l’arrivo al club il giovane attaccante non ha avuto molte occasioni. Quindi gli piaceva vivere con uno stipendio di 300.000 al mese dalla prateria.

“In parte mi è rimasto impresso il fatto che a quel tempo potevo andare allo Slavia, dopo aver esonerato il tecnico cipriota. Se piaci a un allenatore e ti mette dentro, anche se non ce la fai in partita, allora non posso più mordere un altro allenatore”. L’autore racconta 59 gol in campionato.

vancara iniziò a godersi la vita notturna, aveva abbastanza soldi per questo, secondo lui, il suo stipendio aumentò addirittura di dieci volte trasferendosi agli slavi. Allo stesso tempo, la sua ragazza è volata all’estero per lavoro e lui era solo a Praga.

Era solo contento di potersi sedere su una panchina, prendere dei soldi decenti e cavalcare per quindici o venti minuti. Ha paragonato il suo approccio a Julius Lavický della popolare miniserie Vyšehrad.

“Mi sentivo a mio agio. Mi bastava prendere un buon stipendio, fare il sostituto. Sono diventata una persona che ha iniziato ad amare la vita di un calciatore e non il calcio stesso. Avrei dovuto gestirlo, ero arrogante, ero anche un po’ schiacciato da Praga e dalla serata in discoteca. Cavalco un po’ Lavi,” continuò con un sorriso vancar.

Durante le dure giornate calcistiche di Praga, il creatore di cuori Brno considera un impegno straniero. All’inizio, il suo trasferimento in Russia non è riuscito a causa del licenziamento di un potenziale allenatore locale, quindi ha anche rifiutato l’offerta della squadra dal campionato greco.

È stato rilasciato dalla seconda lega Opava, che gli ha dato una possibilità sotto forma di un’apparizione annuale come ospite. vancar ha segnato venti gol e dopo essere tornato in Slavia la sua amata Brno lo ha comprato per 180.000 sterline. Ha corso con la sua maglia per i successivi tre anni.

“Alla fine sono andato in seconda lega a Opava, anche se lì ho segnato venti gol e avrei potuto ricominciare in un club più grande, ma odio oltreoceano. Voglio stare vicino a Brno e ai miei amici. Posso ottenere di più , ma ho sempre bisogno di mamma e papà”. furgone aggiunto.

Fonte: cartellino rosso

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.