Vitamine e minerali da assumere durante l’autunno e l’inverno

Dato che l’estate è passata e che ci attendono le giornate più fredde che caratterizzano l’autunno e l’inverno, dobbiamo preparare il nostro organismo e dotarlo di una migliore immunità.

Anche se il clima più fresco non significa che prendi il raffreddore, può aumentare la tua suscettibilità ai raffreddori mentre trascorriamo più tempo in casa.

Vitamine e integratori sono fondamentali per rafforzare il sistema immunitario e ognuno ha uno scopo diverso. La domanda è quale di loro è il migliore da prendere dopo?

La farmacista Giulia Guerini ha detto a Metro che “integratori e vitamine vanno assunti tutto l’anno” e ha aggiunto:.

“Tuttavia, alcuni dovrebbero essere presi separatamente in periodi futuri, per rafforzare ulteriormente il sistema immunitario”.

Vitamina D

L’autunno e l’inverno portano giornate più corte, quindi c’è meno sole.

Come le persone hanno bisogno di vitamina D, ed è ottenuta dall’esposizione al sole, principalmente nel periodo da marzo a settembre, secondo il sito web del NHS.

Intanto, da ottobre in poi, il nostro organismo ha bisogno di un piccolo aiuto, ovvero questo integratore vitaminico, di circa 10 microgrammi al giorno.

La vitamina D è necessaria per regolare il calcio e il fosfato nel nostro corpo, in modo che le nostre ossa, muscoli e denti siano sani. quando

“Durante l’autunno e l’inverno, le persone trascorrono meno tempo all’aperto, quindi la capacità del corpo di produrre vitamina D a causa dell’esposizione al sole, che diminuisce durante questo periodo, è ridotta”, afferma il dott. Don Grant. Metro.

Egli avverte di altri effetti collaterali che può avere una carenza di vitamina D, dicendo che può causare “depressione, affaticamento, dolori muscolari e debolezza”.

“La vitamina D può anche aiutare a proteggere dai disturbi affettivi stagionali”, aggiunge il dott. Guerini.

Ferro

Sebbene la carenza di ferro debba essere presa in considerazione durante tutto l’anno, particolare attenzione va riservata a questo minerale con l’avvento delle giornate più corte e più fredde.

L’anemia da carenza di ferro è la forma più comune di anemia e i sintomi elencati dal NHS includono: affaticamento e mancanza di energia, mancanza di respiro, palpitazioni e pelle pallida.

Se avverti più frequentemente uno o più di questi sintomi, fissa un appuntamento con il tuo medico di famiglia che ti consiglierà di fare un esame del sangue.

Se ti viene diagnosticata un’anemia o una carenza di ferro, il medico può prescrivere compresse di ferro, che sono più forti di quelle che puoi acquistare senza prescrizione medica.

Il NHS afferma che la quantità raccomandata di ferro è 8,7 mg al giorno per gli uomini di età superiore ai 18 anni, 14,8 mg al giorno per le donne di età compresa tra 19 e 50 anni e 8,7 mg al giorno per le donne di età superiore ai 18 anni. anni.

Se temi di non assumere abbastanza ferro dalla tua dieta quotidiana, dovresti iniziare a prendere integratori o compresse di ferro in consultazione con il tuo medico.

Vitamina C

La vitamina C, o acido ascorbico, viene utilizzata per mantenere le cellule sane, insieme a pelle, vasi sanguigni, ossa e cartilagine. Aiuta anche a guarire le ferite da tagli e graffi.

Il dottor Grant afferma che “la vitamina C può ridurre la gravità del raffreddore perché rafforza il sistema immunitario”.

È utile anche per la pelle in inverno, quando il sole manca.

Un’assunzione eccessiva può essere dannosa, specialmente per i reni, anche se è noto che viene escreta dall’organismo.

Il NHS raccomanda 40 mg di vitamina C al giorno per gli adulti di età compresa tra 19 e 64 anni.

La sua carenza può causare lo scorbuto, che è in parte dovuto alla mancanza di frutta e verdura fresca nella dieta.

Magnesio

Il magnesio è un minerale che aiuta il nostro sistema immunitario e converte il cibo che mangiamo in energia, qualcosa di cui abbiamo bisogno in questo periodo dell’anno.

Il Dr. Guerini consiglia di assumere il magnesio durante tutto l’anno, non solo in questo periodo.

“La carenza di magnesio è abbastanza comune, poiché è il secondo elettrolita più comune nel corpo umano, dovresti sempre cercare di reintegrarlo”, afferma il dott. Guerin e ha aggiunto: “

“Bassi livelli di magnesio possono portare ad ipertensione, bassa tolleranza al glucosio, ma anche problemi di salute mentale, come la depressione”.

Il SSN raccomanda che gli uomini adulti consumino 300 mg di magnesio al giorno, mentre per le donne 270 mg al giorno.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.