UNS condanna l’ostruzione e l’attacco al giornalista di H1 TV

L’Associazione dei giornalisti serbi (UNS) ha condannato il tentativo di interrompere il lavoro e l’attacco al giornalista televisivo H1 Milan Niki, durante la protesta di sabato a Gornja Sabanta, vicino a Kragujevac.

Nikic ha detto all’UNS che sabato, durante il blocco della strada Kragujevac-Jagodina a Gornja Sabanta, qualcuno che si opponeva al blocco ha colpito la sua telecamera e gli ha urlato contro.

Ha anche affermato che l’uomo “ha urlato e ha protestato che non poteva continuare il suo viaggio”.

“Quando mi ha visto filmare, si è avvicinato a me e ha colpito la telecamera. La polizia presente ha immediatamente rimosso l’uomo, l’ha identificato e messo su un’auto della polizia”, ​​ha detto Nikic.

Ha detto che la stessa persona è scesa dall’auto dopo cinque minuti e ha ricominciato a urlargli contro.

“Ha tirato fuori il cellulare e ha iniziato a registrarmi. La polizia ha reagito immediatamente e l’ha portato via di nuovo”, ha detto Nikic.

Nikic ha detto ai media di essere stato convocato dall’ufficio del pubblico ministero e che il collegamento tra la polizia e l’ufficio del pubblico ministero è stato stabilito in base all’accordo in base al quale opera il gruppo di lavoro permanente sulla sicurezza e la protezione dei giornalisti.

Nella sua dichiarazione, l’UNS ha chiesto a giornalisti, cameraman e fotoreporter di segnalare minacce, pressioni e attacchi che hanno subito mentre riferivano dal campo.

tag


Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.