Un altro paese italiano che torna a casa per l’euro. Nessun deposito richiesto

La vendita di case per euro è diventata popolare negli ultimi anni in molti paesi dell’Italia rurale, dove stanno affrontando lo spopolamento. Alla Laurenzana, situata in Basilicata, conoscono la necessità di differenziarsi dalla concorrenza e rendere più redditizia la propria offerta. Pertanto, i potenziali acquirenti non devono effettuare alcun deposito, che di solito varia da 2.000 a 5.000 euro (da 52mila a 131mila corone), secondo i server della CNN.

“Vogliamo aiutare i nuovi arrivati ​​ad acquistare la casa dei loro sogni senza complicare la situazione con procedure complicate e requisiti rigorosi”, spiega il sindaco Michele Ungaro. “A volte è difficile navigare in tutte le regole, soprattutto se sei straniero. Vogliamo che sia un’avventura divertente, non un peso”, ha aggiunto il sindaco.

Ha precisato che proprio per questo il comune non richiederà all’acquirente un acconto, che fungerà da garanzia per la tempestiva ricostruzione della casa. “Suona un po’ come una minaccia”, ha pensato Ungaro al deposito, aggiungendo che si basava sulla coscienza e sull’impegno del singolo acquirente. Tuttavia, il processo di ristrutturazione continuerà a essere monitorato.

Anche documenti e trasferimenti immobiliari devono costare un minimo e, secondo il sindaco, le persone possono beneficiare di tasse basse del sud Italia. Tuttavia, i futuri proprietari devono accettare di riparare la casa entro un certo periodo di tempo, cioè entro tre anni, e anche i piani devono essere presentati in anticipo.

Non devono stare a casa

Secondo Ungar, le persone dovrebbero idealmente presentare i loro piani in anticipo. “Se veniamo travolti da e-mail in cui non forniscono maggiori dettagli, non andiamo da nessuna parte. L’obiettivo è fondamentale per noi e ci aiuterà davvero ad accelerare l’intero processo”, ha pensato il sindaco, spiegando che le case abbandonate hanno una dimensione diversa, ma anche un danno diverso. Pertanto, i lavori di ristrutturazione delle singole proprietà varieranno.

C’è anche un castello sopra il villaggio.

Foto: Profimedia.cz

I futuri proprietari dovranno anche indicare se utilizzeranno la casa come residenza estiva, pensione o negozio. In questo senso il piano comunale di Laurenzana si differenzia anche da molte altre città, dove spesso gli acquirenti sono tenuti a trasferirsi almeno per un certo tempo minimo. Tuttavia, Ungaro vuole rendere l’offerta il più allettante possibile per attirare le persone non appena saranno passate le attuali restrizioni di viaggio legate al coronavirus.

La città di Laurenzana è un tipico villaggio italiano con antiche strade lastricate e case in pietra. Inoltre, secondo la CNN, la zona della Basilicata è al di fuori della maggior parte delle attrazioni turistiche, quindi non c’è pericolo di folla.

Elezione

Compreresti una casa nella campagna italiana per residenza permanente?

Hanno votato un totale di 33455 lettori.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.