Un altro capitolo di tensione sulle spese mediche tra Ordine dei Medici e Ospedali Italiani

Un altro capitolo di tensione nel conflitto sulle spese mediche si è aggiunto al documento inviato dall’Ospedale Italiano all’Associazione Medica Platense (AMP) esortandola “a fermare gli attacchi a questo Ospedale e ai suoi operatori sanitari”. Le autorità ospedaliere lo hanno fatto “con l’avvertimento di intraprendere un’azione legale”.

Tieni presente che, come riportato da EL DIA, i sindacati hanno presentato denunce da professionisti a seguito di “presunte irregolarità nella fatturazione dei medici appartenenti all’Ospedale Italiano de La Plata”.

La citazione è arrivata dopo un incontro tra le parti per gli onorari che sono stati fatturati e riscossi dai professionisti del centro sanitario dal 51 tra il 29 e il 30. L’AMP ha avviato una sintesi delle indagini, e dal consiglio dell’ospedale hanno risposto all’ente sindacale in termini duri, al cui incrocio è stata diramata una lettera, questa notizia pochi giorni fa.

Nel testo dell’avviso legale, firmato dal Responsabile Risorse Umane dell’Azienda Ospedaliera Italiana, Leonardo Antonucci, si sottolineava che i professionisti “sono meglio trattenuti dall’Azienda Ospedaliera che dall’Associazione che si preoccupano solo del loro reddito come intermediari e non come intermediari. per fortuna dei medici afferma di essere sindacato”.

“Non c’è deviazione ‘… nella fatturazione dei medici appartenenti all’Ospedale Italiano de La Plata'”, avviare un documento che può accedere a questo supporto.

Anche nei frammenti degli scritti dell’istituto medico si sostiene: “L’espressione ‘doppia fatturazione’ usata nella dichiarazione aveva lo scopo di gettare un’ombra sui sospetti sulla frode professionale che alla fine si è verificata; una situazione che chiaramente non riflette la realtà ed è una fonte dialettica per offendere coloro che affermano di difendere “.

Da parte sua muove anche forti accuse: “Sulla base delle considerazioni di cui sopra, la esorto con questa azione e con l’avvertimento a prendere le misure legali pertinenti, a fermare il suo attacco a questo ospedale e ai suoi professionisti medici che, in conformità con quanto sopra, sono stati meglio difesi dall’ospedale che a causa di l’associazione; il quale, sottolineo e come rivelato nella nostra nota indiscutibile del 25 novembre 2021, si preoccupa solo del suo reddito di intermediario e non della sorte dei medici con cui afferma di essere sindacato”..

COSA DICE AMP

Intanto il presidente dell’Associazione Medica Platense, Pablo Romero, ha fatto notare a questo giornale, dopo aver ricevuto la lettera-documento, che “Sarà valutato dalla giurisdizione”, Ha aggiunto che “ci sono medici nell’ospedale che lavorano per una certa cifra e fanno pagare un terzo di quello che dovrebbero ricevere, con un reddito non sufficiente a coprire il salario minimo”, e ha precisato che “non è un problema specifico con il Ospedale italiano… Sono in corso accertamenti in vari centri sanitari”.

A sua volta, il professionista ha affermato che “nessuno difende i medici meglio dell’Associazione medica Platense” e ha aggiunto che “questa non è una disputa sulla scatola, difendiamo i diritti dei lavoratori dei professionisti sindacalizzati”.

Nel frattempo, lo ha affermato il segretario dell’AMP, Gastón Quintans, in un dialogo con FM La Redonda “I medici non sono contenti di lavorare con l’attuale schema proposto dall’ospedale italiano, che è diventato il braccio destro dell’IOMA. Raggiunto il limite dovresti pensare a continuare la tua carriera professionale lì o cercare altre opzioni”.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Leave a Reply

Your email address will not be published.