Tristezza in Europa dopo la morte di David Sassoli

He presidente del Parlamento europeo è morto in Italia nella notte di lunedì martedì, una settimana prima della fine del suo mandato.

Fino alla fine, l’italiano David Sassoli avrà destato stupore. Dalla sua elezione alla presidenza del Parlamento europeo, nel luglio 2019, il brutale annuncio della sua morte, all’età di 65 anni. Il suo portavoce, Roberto Cuillo, ha condiviso la triste notizia in un messaggio pubblicato su Twitter. David Sassoli è morto l’11 gennaio alle 01:15 presso il CRO (il centro di riferimento d’oncologie, NDLR) ad Aviano, in Italia, dove è stato ricoverato in ospedale . Curato in passato per la leucemia, David Sassoli era in condizioni di salute precarie. nell’autunno del 2021 si è ritirato a causa di una polmonite. Lunedì sul ricovero ha appreso la sua dal 26 dicembre, a causa di

La scomparsa di questa ex star della tv italiana – ha presentato la JT RAI – che nel 2009 è stata eletta deputata al Parlamento europeo con i colori del Pd è stata accolta con tristezza e un sospiro di sollievo da Bruxauellecoi. Ci manca già il suo calore umano, la sua generosità, la sua cordialità e il suo sorriso “, ha affermato il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione, ha deplorato la ” terribile perdita di un grande italiano europeo e orgoglioso, giornalista attento, Presidente del Parlamento straordinario e soprattutto caro amico “. David Sassoli era un simbolo di equilibrio, umanità e generosità “, ha affermato il presidente del Consiglio Mario Draghi. «L’Europa ha perso un Presidente del Parlamento impegnato, l’Italia un politico saggio e la Germania un buon amico ”, ha reagito il Cancelliere tedesco, Olaf Scholz. La nostra Unione sta perdendo contemporaneamente un patriota italiano, un grande europeo e un instancabile umanista “, un tweet di Emmanuel Macron.

Un mandato inedito per la crisi sanitaria

Si conclude così un mandato senza precedenti segnato dalla crisi sanitaria. Esordio 2020, David Sassoli è stato picchiato dall’ente per i suoi viaggi, a causa di dibattiti e votazioni a distanza. Per molti mesi non c’era stata la plenaria di Strasburgo. Ansioso di difendere il posto del Parlamento europeo, ha più volte tenuto alta la Commissione e gli Stati membri, strappando fondi aggiuntivi per alcuni programmi europei o avviando procedimenti giudiziari contro la Commissione alla fine del 2021 per la Polonia nonostante i ripetuti attacchi di questa paga contro l’indipendenza della giustizia.

Secondo un accordo raggiunto nel 2019 tra i tre maggiori partiti al Parlamento europeo – PPE, S&D e Renew – David Sassoli avrebbe dovuto dimettersi il 18 gennaio per cedere il suo seggio a un membro del PPE. I socialdemocratici volevano vederlo candidarsi ma lui aveva deciso di gettare la spugna.

Salvo sorpresa, la prossima settimana dovrebbe essere eletta a succedergli la maltese Roberta Metsola, membro del PPE. Ho il cuore spezzato. L’Europa ha perso un leader, io ho perso un amico, la democrazia ha perso un campione ”, ha twittato questo primo vicepresidente del Parlamento che si occupa del provvisorio.

Daniel Jensen

"Pop culture geek. Passionate student. Communicator. Thinker. Professional web evangelist."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.