Toni Kroos festeggia il suo 32esimo compleanno. Il calciatore un po’ trascurato è uno dei migliori centrocampisti della storia?

Quando guardi una partita di Toni Kroos, ti sembra che il calcio sia in realtà molto semplice. Ma non lo era, era un centrocampista tedesco che, con la sua grazia e grazia, si elevava al di sopra degli altri. Festeggia il suo 32° compleanno il 4 gennaio, quindi è il momento di chiedersi lentamente: questo è uno dei migliori centrocampisti della storia?

Kroos ha iniziato al Bayern Monaco all’età di 16 anni, dopo essere stato un breve ospite a Leverkusen, si è stabilito definitivamente nella formazione base dei giganti di Monaco. Con il Bayern ha vinto tre titoli in Bundesliga, una volta ha vinto con lui la Champions League e anche la Supercoppa e il Mondiale per Club.

Nel 2014 ha vinto il trofeo più prezioso con la Germania. È stato un giocatore chiave nella gara del Brasile, dove la Germania ha vinto il titolo mondiale. Nello storico disastro della semifinale del Brasile (7:1), Kroos ha segnato due volte.

Dopo il campionato ha lasciato Monaco e si è diretto al Real Madrid per soli 25 milioni di euro. Il contratto di Kroos all’Alianz Arena è scaduto, e un anno dopo è stato in grado di partire completamente gratuito. In una conversazione con il presidente del Real Madrid Florentin Perez, l’agente di Kroos, Volker Struth, ha poi definito il trasferimento il “rubato del secolo”.

E lo è davvero. Kroos si unì presto alla formazione principale del White Ballet, anche se inizialmente dovette abituarsi a un ruolo più difensivo. Tuttavia, quando è arrivato sulla panchina del Real Madrid, Zinedin Zidane ha inserito il bulldog difensivo Casemir nell’assemblea e quindi ha lasciato andare le mani di Kroos e Modric.

In seguito si è scoperto che questo passaggio era davvero cruciale. In questa composizione, il Real Madrid ha davvero conquistato l’Europa, vincendo tre volte di fila la Champions League nel 2016-2018, cosa che nessun’altra squadra è riuscita a fare. Il trio CKM (Casemiro, Kroos, Modrič) è quindi classificato, insieme a Iniesta, Xavi e Busquéts, come i due migliori trii medio-polari nella storia del calcio.

Il vantaggio principale di Kroos è il suo ottimo lavoro con la palla. In 7 anni al Madrid, la sua percentuale di passaggi non è mai scesa sotto il 90%, che è un numero enorme. Allo stesso tempo, ha le maggiori opportunità di crescere nella Liga negli ultimi anni, il che è molto importante per la squadra. Non perde quasi mai la palla, anche se i suoi piedi non sono dei più veloci, il suo cervello funziona come un computer veloce, quindi il presink dell’avversario non gli interessa, è sempre un passo avanti.

“Giochiamo come vuole Toni. Se Toni vuole giocare veloce, acceleriamo. Se Toni vuole andare piano, lo prendiamo piano. Suoniamo solo nello stile di Kroos “ ha spiegato in Kr8s l’importanza del suo compagno per il Real Madrid Casemiro.

Ma Kroos non è apprezzato dal pubblico quanto meriterebbe. Nel calcio moderno, i numeri e le statistiche guardano a quanti gol e assist ha segnato un giocatore, ma i punti di forza di Kroos sono altrove. Grazie a lui, il Real Madrid ha il controllo del gioco in quasi tutte le partite, cosa che viene notata da coloro che guardano il calcio più profondamente.

Ad esempio, uno dei migliori strateghi del calcio al mondo, Pep Guardiola, ha detto di Kroos che era il giocatore più coraggioso che avesse mai visto. Quando lo ha guidato al Bayern, ha costruito il suo gioco su di esso e, mentre si avvicinava la sua partenza, ha cercato di impedirlo a tutti i costi, chiedendo alla dirigenza di fare tutto ciò che era in suo potere per mantenere Kroos. Successivamente, ha cercato di attirare la battaglia tedesca al Manchester City, dove avrebbe costruito un gioco su di essa, senza alcun risultato.

Johan Cruyff una volta ha detto che Kroos dovrebbe ottenere il Pallone d’Oro. Paul Scholes ha detto ancora una volta che verso la fine della sua carriera, ha guardato Kroos e ha provato a giocare come lui. Diverse altre icone del calcio hanno reso omaggio a Kroos.

Ha 4 titoli di Champions League, 5 titoli di Coppa del Mondo per club, 3 Supercoppe UEFA, 3 titoli di Bundesliga, 2 titoli della Liga, 2 Supercoppe spagnole, 1 Supercoppa tedesca, medaglie d’oro e di bronzo ai Campionati del mondo e due medaglie di bronzo da il Campionato Europa.

A 32 anni sorge una domanda logica: Toni Kroos è uno dei migliori centrocampisti della storia del calcio?

Fonte: Livesport, Wikipedia

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Leave a Reply

Your email address will not be published.