Ti mostrerò come fischiare! L’allenatore arrabbiato ha preso a pugni l’arbitro e i giocatori hanno protestato fino alla fine

Il giudice Andrea Felis, che arbitra una delle partite del campionato di calcio dilettantistico italiano, è convinto di come questo sport riesca a suscitare emozioni. L’allenatore di una delle squadre arrabbiate prima si è lamentato con il giovane arbitro del verdetto, poi ha deciso di spiegare manualmente i suoi sentimenti.

L’Italia è uno di quei Paesi in cui i tifosi respireranno per il proprio club. E non solo tifosi. La partita tra i padroni di casa dell’Oleggio e del Carpignano è stata caratterizzata anche da un inserto di boxe gestito dal tecnico ospite Giovanni Alosi.

È stata la sua squadra a perdere 2-0 quando è arrivata la squalifica. Alosi ha quindi deciso di spiegare la sua insoddisfazione per la prestazione del giudice in un primo momento, ma quando ha fallito, lo ha preso a pugni. Bloccato dal dolore, il giovane Andrea Felis ha fatto l’unica cosa che aveva senso: ha fischiato tre volte e ha mandato entrambe le squadre nello spogliatoio prematuramente. Tuttavia, secondo i media italiani, i visitatori di Carpignano hanno iniziato a protestare contro questa decisione e volevano finire la partita.

Alosi ha deciso di dimettersi dopo la partita.

“Non mi scuso per il mio comportamento. I miei gesti non hanno nulla a che fare con i valori del calcio, che dovrebbe essere l’intrattenimento principale e non dovrebbe essere associato alla violenza, come i gesti che faccio e di cui mi vergogno. “ disse l’allenatore.

“Ho visto il filmato, ma non mi ci riconoscevo. Posso solo scusarmi con l’arbitro, con il quale ho avuto anche modo di parlare a fine partita, per dirglielo di persona. Ho anche scusarmi con il nostro avversario per aver rovinato la partita. un calcio dove non si dovrebbe mai dare spazio a movimenti violenti come il mio. Infine, chiedo scusa anche ai miei giocatori, mi sento responsabile non solo del ruolo che ho giocato ma anche di avere una divisione giovanile con i giovani giocatori e non dovrebbero mai accettare l’esempio che ho mostrato”. ha concluso. Il video intanto ha fatto il giro del mondo grazie ai social network.

In risposta alle accuse di ritorsione di Kane, ha accusato sua moglie di aggressione.  Finirà a San Jose?




Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.