“Tesla” di Sony e collari intelligenti e baby monitor. Videoguida del CES

Dopo il puro evento virtuale dello scorso anno, la Consumer Electronics Fair, o CES (Consumer Electronics Show), torna a Las Vegas almeno in forma ibrida.

Rispetto ai circa 170.000 visitatori prima della pandemia, gli organizzatori stimano che arriveranno tra le 50.000 e le 75.000 persone per le restrizioni di quest’anno, ma per la cosiddetta “città del peccato” significa ancora almeno un parziale impulso all’economia turistica locale. Ha firmato 45 eventi per il 2022 ed è stato lo spettacolo tecnologico di fama mondiale che ha dato il via alla stagione.

Meno compagnia, più impegno

Dopo due giorni di presentazioni messe a disposizione dei giornalisti, il CES 2022 è aperto al pubblico per soli tre giorni invece dei consueti quattro, e diverse grandi aziende hanno già presentato la loro partecipazione, ma alcuni primi ministri aspettano ancora chi fosse interessato. Vengono presentate le “trivia” di piccole aziende e startup: guinzagli intelligenti per cani e set di tappeti e specchi per il bagno che monitorano le funzioni vitali, oppure baby sitter e scacchiere con intelligenza artificiale, o cuffie potenziate per la realtà virtuale. Ma anche notizie molto più grandi e basilari.

“Quando io e il mio migliore amico stavamo girando il primo Spider-Man, abbiamo iniziato a giocare alla serie di videogiochi Uncharted e, una volta iniziato, non potevamo fermarci”, ha detto un ospite estremamente popolare in una delle presentazioni sul palco principale del centro Congressi.

È arrivato anche Spider-Man e Sony costruirà la sua “Tesla”

Sony ha invitato alla sua presentazione Tom Holland, che oltre a Spider-Man, sta recitando anche nel nuovo adattamento cinematografico del videogioco Uncharted. Con ciò, introduce anche l’attesissimo visore virtuale PlayStation VR2. Ancora più importante, è stato annunciato che in primavera avrebbero costituito una società di produzione di auto elettriche e, inoltre, è stato presentato il secondo prototipo dell’auto chiamato Vision-S02, che ora è in fase di test in funzione.

“Sony Mobility sfrutterà il potenziale dei trasporti migliorando al contempo la nostra intelligenza artificiale e robotica. Questo è un passo avanti audace, presenteremo le nostre conoscenze al mondo nello sviluppo di varie soluzioni innovative”, ha affermato Keničiró Yoshida, capo dell’azienda, direttamente in mostra.

Oltre al produttore giapponese di elettronica e videogiochi, che presumibilmente non aveva preso in considerazione la produzione di massa e la vendita commerciale di auto elettriche l’anno scorso, si diceva che Apple avrebbe fatto una mossa simile dall’azienda tecnologica.

Lo schermo intelligente dell’auto rivela anche un guidatore assonnato

Mentre il colosso americano Apple non partecipava alla fiera da molto tempo, un’altra azienda giapponese, Panasonic, ricorda il suo lavoro sullo sviluppo di tecnologia per veicoli elettrici come Tesla. Oltre ad aumentare la capacità della batteria (cinque volte e la metà del prezzo) funziona anche su un sistema HUB (heads-up display), che monitora esattamente dove sta guardando il guidatore, e allo stesso tempo può una volta e in macchina sul cruscotto o sul parabrezza può visualizzare ed evidenziare oggetti sul percorso come auto altri, ma anche segnaletica e pedoni, o addirittura indicazioni stradali.

“Consentirà inoltre l’identificazione del conducente e il monitoraggio di segni vitali come il rilevamento della sonnolenza”, ha aggiunto Scott Kirchner di Las Vegas, Presidente della Divisione Automotive e CEO della Divisione Mobilità Intelligente di Panasonic.

“E una delle cose che mi ha colpito di più è stato il modo in cui le persone hanno reagito quando hanno provato la nostra navigazione in realtà aumentata. Penso che sia come cercare di spiegare in che modo gli smartphone li influenzano nella vita. È difficile da spiegare, ma una volta che lo si sperimenta, si ‘ Capirò subito che si tratta del prossimo passo nell’evoluzione del management”, ha aggiunto Gene Karshenboym, capo della filiale Phia, che ha sviluppato l’omonima tecnologia.

Le ruote high-tech che muovono i mobili e le persone stesse

Si dice che la casa automobilistica sudcoreana Hyundai intenda concentrarsi sulla micromobilità, sul trasporto su strada e sull’elettrificazione. Al CES ha presentato una ruota high-tech con fotocamera, lidar (telemetro) e sistema di sollevamento. Questo, se montato su una varietà di attrezzature e supporti, può aiutare a spostare persone e mobili più pesanti, ad esempio.

“I moduli PnD o ‘Plug’n’Drive funzionano come piccole rotelle automatiche che puoi collegare a qualsiasi cosa. Considera anche che alla fine possono essere collegati a una piccola struttura di trasporto passeggeri che ti porterà all’autobus o all’aeroporto e così via”, ha commentato Tim Stevens, capo redattore del server tecnologico di CNET, tramite una videochiamata per l’AP.

“Lo hanno persino mostrato attaccato a una scrivania in ufficio in modo che il posto di lavoro potesse girarci intorno secondo necessità. Invece di spostarsi da una stanza all’altra, la stanza è stata riorganizzata secondo necessità, il che è un’idea interessante e una tecnologia semplice che, con il ‘know-how’ e la giusta implementazione possono essere abbastanza efficaci”, ha aggiunto.

Tuttavia, un’altra azienda sudcoreana, Samsung, si attiene a innovazioni più tradizionali. Oltre ai nuovi smartphone, in mostra, ad esempio, un driver per la televisione senza batterie a energia solare, una lavatrice con intelligenza artificiale o un proiettore intelligente con un’area di proiezione fino a 2,5 metri.

Preoccupate per la nuova variante del coronavirus omicron, case automobilistiche come BMW e General Motors, società di hardware Lenovo, Intel, AMD e Microsoft, piattaforme online Google, Amazon e Meta, o l’ex Facebook, hanno annullato la loro partecipazione al CES e T- Mobile ha deciso di presentare una tale azione “significativamente ridotta”. Tuttavia, alcune di queste aziende hanno presentato o presenteranno le loro innovazioni sotto forma di presentazioni virtuali.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.