Souček non ce la fa più, ammette Moyes. Il West Ham vuole Lingard, variante di Barák

Il West Ham ha avuto una settimana di successo. Ha chiuso il 2021 con una vittoria all’aperto, pochi giorni dopo ha iniziato allo stesso modo il 2022 e ha consolidato il quinto posto in classifica in Premier League. Ma non tutto è roseo nell’East London.

Il West Ham ha finito per vincere due partite di fila e ha concluso un periodo di non molto successo. Avendo vinto Vicarage Road e Selhurst Park, l’Hammer Manager David Moyes potrebbe essere stato felice, ma allo stesso tempo ha risolto una serie di inconvenienti.

In particolare, le difese erano troppo permeabili ed era evidente la fatica del loro pilastro principale.

Gli Hammers stavano sudando copiosamente la vigilia di Capodanno. Al Crystal Palace, hanno mantenuto una vittoria per 3:2 con le unghie e sono stati molto fortunati con molte occasioni da gol degli uomini di Patrick Vieira. Dopo il primo tempo passano in vantaggio di tre reti, ma alla fine hanno ancora paura.

Hanno segnato due volte negli ultimi dieci minuti e sono sopravvissuti alla tremenda pressione degli Eagles nell’impostazione, che si è conclusa principalmente con la forbice di un attacco di cuore da parte di Mateta a turno.

“E’ stato molto difficile. Ma non è stata solo la fine della partita, è stato simile dal primo minuto”, Moyes ha sottolineato il semplice fatto che la squadra di casa è stata migliore in partita. Il West Ham ha salvato una produttività esemplare nel derby.

“Sono molto preoccupato per questo. Dobbiamo segnare troppi gol per vincere la partita. Non siamo stati molto bravi in ​​questa stagione, qualcosa che ti prenderà se non stai abbastanza attento”, ha detto l’allenatore della Scozia, che è stato a lungo a corto di tre difensori chiave. : Angelo Ogbonna, Kurt Zouma e Aaron Cresswell.

Soprattutto, l’attuale duo della Stoa Issa Diop-Craig Dawson non sembra il più sicuro.

Sebbene Moyes si sia aggiunto al suo staff in estate, non ha ruotato troppo con il gruppo, e ora sta anche ammettendo che il supporto più grande è già sovraccarico. Durante la partita al Crystal Palace, ha visto lo sfinimento dei suoi centrocampisti, Declan Rice e Tomáš Souček.

“Entrambi stanno iniziando a mostrare che stanno giocando molte partite. Abbiamo un programma impegnativo”, ha detto il tecnico 59enne.

Tuttavia, i suoi fan sono in parte responsabili del loro sovraccarico. Questo è il motivo per cui Alex Král è venuto al club, ma finora ha giocato in Premier League solo per pochi minuti, e Souček e Ric sono stati spesso la prima scelta nelle altre tre competizioni, Coppa d’Inghilterra ed Europa League.

La domanda principale ora è come il West Ham completerà la sua formazione nel periodo di trasferimento invernale. Sebbene Moyes abbia identificato il rafforzamento delle difese come una priorità, ha aggiunto con un sospiro che l’imminente ritorno di Zouma potrebbe risolvere una situazione critica. Quindi, paradossalmente, si è parlato più di rinforzi per l’attacco.

Il nome di Jesse Lingard continua a spuntare in mezzo a una marea di trasferimenti speculativi, anche da fonti vicine al club. La stella inglese degli Hammers ha ricominciato la sua carriera l’anno scorso subito dopo i visitatori invernali del Manchester United e ora non ha praticamente alcuna possibilità all’Old Trafford. Moyes vuole approfittarne.

“Ama Jesse e sta lavorando duramente per riportarlo da noi”, hanno detto Claret e Hugh citati dagli addetti ai lavori del club.

Altri nomi hanno fatto eco, e l’uomo muscoloso e veloce di Wolverhampton, lo spagnolo Adam Traoré, dovrebbe essere nel mirino. E come è tradizione intorno al West Ham, i nomi cechi non vengono lasciati indietro. Mentre le voci sull’arrivo del giovane spartano Adam Hložek si sono smorzate nelle ultime settimane, l’interesse per un altro rappresentante, Antonín Barák, è stato preso di mira.

Anche il noto The Athletic, che raffigura un centrocampista produttivo e creativo di Verona, in Italia, è un’alternativa se non riescono a reclutare Lingard.

Sotto il 27enne Barák, la squadra londinese sarebbe pronta a mettere in palio una cifra di circa 17 milioni di sterline (oltre 500 milioni di corone).

“La Repubblica Ceca sarebbe un acquisto degno per il West Ham, anche se va detto che non è allo stesso livello di Lingard. Moyes deve puntare su un centrocampista più giovane, più dinamico e più energico. abbastanza per qualcuno senza esperienza della Premier League”, il server dei fan di Hammers News ha reagito in modo un po’ sprezzante.

Gli Hammerheads sono ora finalmente a metà settimana, giocando un’altra partita in casa contro il Leeds nel terzo turno di FA Cup domenica. Tre giorni dopo, li aspettava un finale di campionato con il Norwich, poi di nuovo in Premier League con il Leeds. Segui l’uscita per Old Trafford.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.