Referendum in Italia: oggi sono state approvate 5 leggi in consultazione.

Oggi, oltre alle elezioni amministrative in quasi mille comuni, si terranno cinque consultazioni sulla legislazione. La chiave del referendum in Italia.

Per essere valido, il 50% degli aventi diritto deve partecipare a ciascuna elezione. In caso di vittoria del Sì, la legge sarà abrogata e non sarà più applicabile. Se NON forzato, continuerà a funzionare.

Inoltre, ci saranno elezioni in quasi mille comuni. Tra loro ce ne sono quattro capoluogo regionale: Genova, Palermo, Catanzaro e L’Aquila. anche 26 capoluogo di provinciatra cui spiccano Cuneo, Lucca, Monza, Verona, Parma o Piacenza.

I cinque quesiti Referendum in Italia riguardano la materia giudiziaria e fanno parte dei provvedimenti promossi dal Ministro della Giustizia ed ex Presidente della Corte Costituzionale, Marta Cartagine. I cittadini possono partecipare a ciascuno (le voci hanno colori diversi).

Referendum in Italia, uno per uno

Il primo, rosso, si riferisce “Legge di Severino”. Disabilita i condannati per alcuni reati dalle cariche pubbliche ed è stato creato per escludere dalla politica i condannati per corruzione.

I suoi critici sottolineano che ha aggiunto la punizione e, inoltre, era prevenuto, perché non ha aspettato la sentenza definitiva. Inoltre, in alcuni casi, il processo democratico è bloccato per reati minori. In caso di revoca, il giudice che decide è in ogni caso squalificato.

Il secondo, arancione, è limitante carcere preventivo. Se approvata, la custodia cautelare sarà abolita nei casi meno gravi quando basati su una possibile recidiva. Sarà conservato solo per reati gravi.

La terza, gialla, riguarda carriera da maestro. Ciò implica una separazione tra giudici e pubblici ministeri: in caso di vittoria del SI, gli avvocati dovranno decidere se entrare in gara per essere giudici o pubblici ministeri e non potranno muoversi liberamente dall’uno all’altro.

Il quarto, grigio, consentirà, se approvato, la partecipazione di avvocati e accademici in Corte di Cassazione. In caso contrario, vengono valutati solo i giudici.

Quinto, verde, si riferisce al metodo di selezione dei membri Alto Consiglio di Giustizia. Se approvati, i candidati non devono entrare per raccogliere firme da altri giudici.

Il precedente sondaggio era del 2020, quando i cittadini hanno approvato una riduzione del numero dei parlamentari. Intanto quest’anno la Corte Costituzionale ha bocciato un’altra consultazione che ha ottenuto un milione di firme: un referendum in Italia sull’eutanasia.

Daniel Jensen

"Pop culture geek. Passionate student. Communicator. Thinker. Professional web evangelist."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.