Questi sono i dessert più simbolici di 10 paesi diversi

Oggi vi invitiamo a un dolcissimo viaggio intorno al mondo. Questo è un tour in cui imparerai i dettagli dei dessert più rappresentativi di una dozzina di paesi.

Tutti sanno che la maggior parte dei paesi ha le proprie tradizioni e usanze; È anche noto che ogni nazione ha la sua gastronomia che le è caratteristica.

In campo culinario, molte regioni si distinguono in tutto il mondo per i loro panini appetitosi.

LEGGI ANCHE: È un dolce salvadoregno che ti aiuterà a rinfrescarti in questa calda giornata

In questa occasione, viaggiamo in dieci paesi del mondo per conoscere alcuni aspetti storici e persino le curiosità del delizioso e simbolico dessert.

Gulan Jamun – India

Questa prelibatezza è composta da un impasto i cui ingredienti principali sono il khoya (latte condensato per evaporazione) e la maida (farina), che vengono poi fritti in olio a forma di palline. Dopodiché, vengono poste in uno sciroppo preparato con acqua, zucchero, acqua di rose, cardamomo e colorato con alcuni fili di curcuma. Questo delizioso e sorprendente dessert della lontana India proviene dai paesi dell’Asia orientale ed è anche cucinato in diversi paesi arabi.

Jamun Gulan. Foto; Shutterstock

Macarons – francese

Si tratta di un dolce tipico francese, a base di albumi, farina di mandorle e zucchero. È questa miscela di ingredienti che gli conferisce la sua speciale consistenza: dura fuori e morbida dentro. La leggenda narra che il macaron sia stato inventato dalle monache benedettine nella città di Nancy, nel nord-est della Francia. Ma la storia più diffusa è che siano nati nel tardo medioevo in Italia e che siano arrivati ​​a Parigi all’inizio del XVI secolo. Questo dolce colorato festeggia la sua giornata in tutto il mondo ogni 20 marzo.

maccheroni. Foto; Shutterstock

Tiramisù – Italia

Composto da ingredienti solidi e secchi inumiditi con caffè, una crema a base di uova sbattute e zucchero spalmata con gli ingredienti precedenti e sopra una spolverata di cacao. Da un punto di vista etimologico, la parola “tiramisù” deriva dal dialetto veneto d’Italia e significa “attirarci o divertirci”. Il dolce potrebbe essere stato battezzato con questo nome a causa dell’enorme apporto calorico nella ricetta, che è in grado di sollevare rapidamente anche il più triste degli spiriti.

Tiramisù. Foto; Shutterstock

Churros: spagnolo

Questa è una prelibatezza essenziale della gastronomia spagnola. È uno spuntino preferito per la colazione e il dessert sia per i bambini che per gli adulti. I churros hanno guadagnato molta fama al di fuori della Spagna; È facile trovare questi preparati in diverse parti del mondo. In El Salvador sono solitamente cosparsi di zucchero. Sono anche molto comuni nel sud-est asiatico, specialmente in Thailandia, Indonesia e Filippine.

Churros spagnoli. Foto; Shutterstock

Pavlova-Australiaun

La sua origine è incerta, poiché esistono diverse versioni su quale paese lo abbia creato. Alcuni dicono in Australia e altri in Nuova Zelanda. Quello che si sa per certo è che è stato realizzato in onore della famosa ballerina russa Anna Pavlova. Si compone di una base di meringa su cui vengono adagiate panna montata, cioccolato e pezzetti di frutta, compresa la frutta rossa. È croccante fuori e umido dentro.

SARAI INTERESSATO A: 10 dolci per combattere il caldo soffocante

Pavlova. Foto; Shutterstock

Quindim-Brasile

Si tratta di un dolce simile al flan, la cui ricetta prevede fondamentalmente uova e cocco. Si dice che sia stato realizzato in un antico monastero nella città di Leiría, in Portogallo. Le suore usavano gli albumi per incollare le loro divise e, per non sprecare i tuorli inutilizzati, realizzavano una ricetta che li prevedeva come ingrediente principale. Questo straordinario dolce è stato portato in Brasile dove è stato aggiunto il suo ingrediente molto distintivo: il cocco.

quindime. Foto; Shutterstock

Mochi-Giappone

Si tratta di torte di riso glutinoso ripiene di caramelle, solitamente pasta di fagioli. È il dolce antico più tradizionale del Giappone. Nel romanzo Gengi Monogatari, uno dei libri chiave per la letteratura giapponese scritto nel XII secolo durante il periodo Heian, si parla di mochi come di un’offerta di cibo agli dei. Oggi sono diventati una “tendenza del dessert”.

mochi. Foto; Shutterstock

Strudel di mele – Austria

Si compone di un sottilissimo rotolo di pasta, talvolta anche di pasta sfoglia, ripieno di salsa di mele, zucchero, cannella e uvetta che una volta preparato viene cotto in forno. A volte si usa un po’ di rum come tocco in più per esaltare il gusto. L’origine dello speciale impasto utilizzato per realizzarlo è da ricercare in Medio Oriente. Gli arabi portarono le loro conoscenze preparatorie attraverso l’Egitto, la Palestina, la Siria e la Turchia fino ad arrivare in Austria.

Strudel di mele. Foto; Shutterstock

Baklava- Turchia

Si dice che abbia avuto origine nell’antica Mesopotamia, ma c’è una versione che afferma che furono gli Assiri nel VII secolo a.C. a disporre strati di pasta di pane sulle noci tritate e inumidire ogni strato con miele per metterli infine nei loro forni primitivi. Blaklava è considerato un dessert per le famiglie benestanti e lo preparano per date speciali o per determinate celebrazioni.

baklava. Foto; Shutterstock

Brownie-Stati Uniti

Questa è una torta al cioccolato con nocciole nata da un incidente culinario, dall’errore di un cuoco che si è dimenticato di mettere il lievito nella torta al cioccolato che stava preparando. Quindi, questo dolce croccante fuori e morbido dentro si chiama brownies (piccoli cioccolatini). La sua origine si trova negli Stati Uniti nel 1897.

brownies. Foto; Shutterstock

Jacqueline Andrus

"Unable to type with boxing gloves on. Total alcohol enthusiast. Unapologetic thinker. Certified zombie junkie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.