Quebec assetato di vacanza

Lo confermano i risultati della 13a indagine annuale CAA-Quebec sulle intenzioni di vacanza: il desiderio di vacanza è molto forte per i Quebecers (67%) e molti lasceranno le comodità delle loro case per viaggiare qui e altrove.

E nonostante i prezzi record alle stazioni di servizio, l’auto è ancora il mezzo di trasporto più utilizzato dai turisti per raggiungere le proprie destinazioni (69%). Da notare anche una forte ripresa del trasporto aereo, con il 15% dei viaggiatori che volano a destinazione, con un aumento di 10 punti rispetto allo scorso anno. Segnali di ripresa in atto, siamo vicini al 19% osservato nel 2019.

Il Quebec e la regione saranno ancora molto popolari nei prossimi mesi con quasi un turista su due (45%) che trascorrerà lì le proprie vacanze estive. Circa l’11% dei turisti sceglierà di andare in un’altra provincia del Canada e il 10% dei turisti visiterà gli Stati Uniti quest’estate, cifre simili ai dati pre-pandemia.

Ci sono stati molti viaggiatori dal primo annuncio del governo federale di una riduzione delle misure sanitarie lo scorso febbraio. La tendenza sembra confermata per questa estate quando il Quebec ha alzato la mano quando gli è stato chiesto se intendesse partire. Anche il budget medio assegnato alle vacanze è aumentato rispetto allo scorso anno, da $ 1.323 a $ 1.687.

Prezzi alla pompa: impatto sulla pianificazione delle vacanze

Molti automobilisti saranno in viaggio durante il periodo estivo e il 43% dei viaggiatori del Quebec afferma che l’aumento dei prezzi della benzina avrà un impatto sulla pianificazione delle vacanze. I principali cambiamenti osservati sono stati la distanza del percorso, i viaggi una tantum a destinazione o le spese per cibo e intrattenimento.

Più precisamente, il 37% di loro finisce per pianificare di viaggiare meno quest’estate e l’11% sceglie di restare a casa.

Dobbiamo anche ricordare che i veicoli ricreazionali continuano a crescere, con il 10% dei turisti che li rende il loro principale mezzo di trasporto, il doppio della resa pre-pandemia.

Dati chiave sull’intenzione di lavoro

Destinazioni di vacanza pianificate

• In Quebec: 65%

* Resta a casa: 20%

* Vai altrove in Quebec: 45%

* Prime 5 regioni: Gaspésie (21%), Charlevoix (17%), Quebec (14%), Laurentians (14%), Bas-Saint-Laurent (14%)

• Altre province canadesi: 11%

* Primi 3: Ontario (55%), New Brunswick (21%), Nuova Scozia (15%)

• Stati Uniti: 10%

* Primi 5 stati: Florida (22%), New York (21%), Maine (20%), Massachusetts (14%), California (13%)

• Europa: 5%

* Primi 3 paesi: Francia (41%), Italia (24%), Spagna (15%)

• Caraibi e Messico: 2%

Durata delle vacanze

* Più giorni: 9%

* Una settimana: 21%

* Due settimane: 36%

* Tre settimane o più: 32%

Ferie

* Giugno: 22%

* Luglio (prima delle vacanze di costruzione): 36%

* Durante le vacanze di costruzione: 29%

* Agosto (dopo le vacanze di costruzione): 46%

* Settembre: 12%

Principali attività a destinazione

* Rispetto al 2021: partecipare a uno o più eventi culturali o sportivi, andare al mare, fare acquisti, partecipare ad eventi familiari (es. matrimoni)

* In discesa dal 2021: riposo o non fare nulla, campeggio, escursionismo o avventura escursionistica, ciclismo Tipo di alloggio

* Sistemazione tradizionale (alberghi, motel, locande, locande, ecc.): 33%

* Residenza (con amici o residenza secondaria): 25%

* Residenze turistiche (affittasi case, ville, chalet, appartamenti o condomini): 17%

* Natura (campeggio o vendita al dettaglio): 16%

* Resort (località balneari, centri vacanze, navi da crociera, ecc.): 5%

Jacqueline Andrus

"Unable to type with boxing gloves on. Total alcohol enthusiast. Unapologetic thinker. Certified zombie junkie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.