Quali auto sono incluse nel club 1000+ PS?

Qualche anno fa l’idea di un’auto di serie con oltre 1.000 CV di potenza sembrava qualcosa di irreale. Oggi, con l’elettrificazione a portata di mano, il club da 1.000 PS è cresciuto rapidamente e continua a crescere. E con la proposta, infatti, non sembra così esotica.

Quindi abbiamo messo insieme le auto che stanno uscendo o che usciranno presto dalla fabbrica e abbiamo compilato un elenco di tutti i membri che appartengono all’élite delle auto e hanno bisogno di quattro cifre per registrare la loro forza!


Ferrari SF90 Stradale: 1.000 PS
La Ferrari SF90 Stradale è la prima ibrida ricaricabile e allo stesso tempo il modello di produzione più potente nella storia del marchio italiano. Il sistema ibrido è composto da un motore V9 turbo da 3.990 cc con una potenza di 780 CV e tre motori elettrici con una potenza combinata di 220 CV. 100 km/h da fermo in soli 2,5” e 200 km/h in 6,7”, con una velocità finale di 340 km/h. Inoltre, questo modello è di 0,7” più veloce sui giri della mitica pista di Fiorano rispetto alla LaFerrari.


Mercedes-AMG One: 1.000+ PS
Project One è stato lanciato nel 2017 ma la sua evoluzione è stata interrotta da ritardi. Ne verranno costruite solo 275 in totale con la produzione posticipata alla seconda metà del 2022. Utilizzerà un sistema ibrido combinato con un motore V6 da 1,6 litri tratto dalla vettura Mercedes di Formula 1 del 2017, per una potenza totale. supera i 1000 CV. La potenza sarà convogliata sulla strada attraverso un sistema di trazione integrale. La All One che sta per uscire dalla linea di produzione ha trovato un acquirente, che ha speso circa 2,27 milioni di euro per ottenerlo.

Mercedes-AMG One


Tesla Model S Plaid: 1.034 PS
Per coloro che pensano che altri modelli delle principali case automobilistiche elettriche non offrano abbastanza accelerazione, la soluzione si chiama Tesla Model S Plaid. Ha tre motori elettrici con una potenza combinata di 1.034 CV, trazione integrale, torque vectoring avanzato e un’autonomia di 628 km. Al volante c’è il famigerato giogo, qualcosa che ha creato molta paura su Internet. L’importante è che parte da fermo a 100 km/h in circa 2”, con una velocità finale di 322 km/h. Inoltre, è l’auto elettrica prodotta in serie più veloce sul Nürburgring con un tempo di 7:35.579.

Tesla Model S a quadri


McLaren Speedtail: 1.070 PS
La Speedtail è la McLaren di serie più potente e veloce di tutti i tempi. Il suo sistema di propulsione ibrida produce una coppia combinata di 1.070 CV e 1.150 Nm, consentendo di accelerare da 0-300 km/h in meno di 13” e una velocità massima di 403 km/h. La produzione della supercar è limitata a 106 unità, mentre le consegne ai clienti sono già iniziate.

McLaren Speedtail


Aria pulita: 1.127 PS
Anche la fantastica rivale della Tesla Model S Plaid arriva dagli Stati Uniti e si chiama Lucid Air. La versione top ha una potenza di 1.127 CV e 0-100 km/h in circa 2,5”. Il produttore dichiara un’autonomia di 837 km, mentre con la ricarica rapida l’Air può aggiungere un’autonomia di 482 km in soli 20 minuti. I numeri sono decenti per una hypercar. Il che non è vero per il prezzo, perché negli Stati Uniti si può ottenere uno dei berlinesi più veloci del mondo per circa 150.000 euro.

Aria limpida


Aston Martin Valkyrie: 1.156 PS
La Valkyrie è il risultato della partnership di Aston Martin con Red Bull Advanced Technologies, Cosworth, Rimac e Integral Powertrain Ltd. Saranno prodotti solo 150 pezzi in totale, ciascuno dei quali richiederà più di 2.000 ore di lavoro. Il sistema di trazione ibrida, la cui parte termica è un motore V12, produce una potenza massima di 1.156 CV. Nello specifico, il suggestivo motore V12 da 6,5 ​​litri di Cosworth produce circa 1.000 CV con la fresa a 11.100 giri/min. Il sistema di azionamento elettrico sviluppato da Rimac (batteria) e Integral Powertrain Ltd. (motore elettrico), offre un ulteriore circa 150 PS.

Aston Martin Valkyrie


Zenvo TSR-S: 1.193 PS
Lo Zenvo TSR-S, introdotto per la prima volta nel 2018 come fiore all’occhiello dell’azienda, combina le caratteristiche della TS1 GT e le prestazioni di una TSR da corsa, con un motore V8 da 5,8 litri con due compressori da 1.193 CV. Il telaio e la carrozzeria sono realizzati in fibra di carbonio e il pezzo forte è lo spoiler attivo Centripedal, che cambia l’inclinazione ad ogni svolta. Secondo l’azienda, la TSR-S accelera da 0 a 100 km/h in 2,8” e da 0 a 200 km/h in 6,8”.

Zenvo TSR-S


SuccessivoEV NIO EP9: 1.360 PS
La Nio EP9 è un’hypercar elettrica cinese con quattro motori elettrici che producono 1 MW, ovvero 1.360 CV. L’accelerazione per i primi 100 km/h raggiunse i 2,7” e la velocità finale fu di 312 km/h. È anche in grado di raggiungere un’accelerazione laterale di 2,53 g. A 240 km/h, l’EP9 produce una potenza verticale di 2.500 kg, una quantità vicina a una vettura di Formula 1. Finora sono state vendute un totale di sei unità.

SuccessivoEV NIO EP9


Koenigsegg Regera: 1.521 PS
La supercar svedese ha fatto il suo debutto nel 2016 e ha una velocità massima di 404 km/h. Utilizza un sistema di guida ibrido con un motore V8 biturbo e tre motori elettrici, con una potenza totale di 1.521 CV e 2.000 Nm di coppia. Tutta questa potenza viene trasmessa alle ruote posteriori tramite un rivoluzionario cambio a una velocità (Koenigsegg Direct Drive). La Regera impiega appena 22,87” per lo 0-400 km/h, mentre completa la prova 0-400-0 km/h in soli 31,49 secondi.

Koenigsegg Regera


Bugatti Chiron Super Sport: 1.600 PS
La Bugatti Chiron Super Sport insieme alla Bolide e alla Centodieci sono le versioni più potenti della supercar francese. È la prima vettura di serie a superare la barriera dei 490 km/h. In sostanza, batte il W16 da 8 litri con quattro turbo e aumenta la potenza di 100 PS, rispetto al Chiron convenzionale. Produce 1.600 CV a 7.000 giri/min e 1.600 Nm di coppia da 2.250 giri/min a 7.000 giri/min. Da fermo completa lo sprint a 100 km/h in appena 2,4”, mentre il 400 km/h a 28,6”.

Bugatti Chiron Super Sport


Koenigsegg Jesko: 1.623 PS
Il nome Jesko deriva dal nome del padre fondatore dell’azienda, Christian von Koenigsegg. Produce 1.000 kg di forza verticale a 275 km/h. Il cuore del modello è un motore V8 biturbo da 5,0 litri riprogettato che produce 1.298 CV con benzina normale e 1.623 CV con biocarburante E85. La coppia massima raggiunge i 1.529 Nm. La trazione viene trasmessa alle ruote posteriori da Light Speed ​​​​​​Transmission (LST), una nuova rivoluzionaria trasmissione a frizione multidisco a 9 velocità di Koenigsegg, che consente cambi fulminei in qualsiasi marcia. La produzione sarà limitata a soli 125 pezzi.

Koenigsegg Jesko


Koenigsegg Gemera: 1.724 PS
La Gemera è la prima Koenigsegg in grado di trasportare quattro passeggeri, a una velocità di 400 km/h. Questa supercar ibrida svedese utilizza un motore bicilindrico a 3 cilindri da 2 litri con tecnologia Freevalve (valvola controllata elettronicamente) da 617 CV, che insieme al sistema di azionamento elettrico ha una potenza combinata di 1.724 CV. Le prestazioni annunciate in fabbrica per la trazione integrale Gemera parlano di 0-100 km/h in meno di 2”, 0-200 km/h in meno di 5” e una velocità finale di 400 km/h.

Koenigsegg Gemera


SSC Tuatara: 1.774 PS
Nell’ottobre 2020, la SSC Tuatara ci ha lasciato senza parole quando è stato annunciato che aveva raggiunto i 508.73 km/h. La validità di questo record è stata poi messa in dubbio, con l’azienda americana che è tornata e ha annunciato ufficialmente che la Tuatara può raggiungere i 455,3 km/h. Il suo cuore batte un V8 da 5,9 litri con doppio turbo che produce 1.774 CV con carburante E85.

SSC Tuatara


Hennessey Venom F5: 1.842 PS
L’azienda americana Hennessey Performance ha presentato lo scorso anno la versione di produzione del Venom F5. Questo modello sarà costruito in un numero limitato di 24 unità e punta ad essere una delle vetture di serie più veloci al mondo, con una velocità finale di 500 km/h. La supercar è alimentata da un motore V8 biturbo da 6,6 litri montato al centro che produce 1.842 CV e 1.617 Nm di coppia. L’accelerazione da 0-100 km/h è di 2,6”, 0-200 km/h di 4,7”, 0-300 km/h di 8,4” e 0-400 km/h di soli 15,5”!

Hennessey Venom F5


Rimac Nevera / Pininfarina Battista Auto: 1.941 PS
Il costruttore croato è arrivato a vetture orrende, presentando quest’anno la Rimac Nevera. Ha quattro motori elettrici con una potenza totale di 1.941 CV e 2.360 Nm di coppia. Il motore elettrico trae energia da una batteria raffreddata ad acqua con una capacità di 120 kWh, che garantisce un’autonomia di 547 km. Parte da fermo a 100 km/h in soli 2” e completa lo sprint dei primi 402 m in soli 8,6”. Allo stesso tempo, la Battista, l’auto italiana più veloce, ha un design completamente diverso ma si basa interamente sulla Nevera con una potenza di 1.900 PS.

Rimac. frigorifero


Lotus Evija: 2.000 PS
La Lotus Evija è il primo modello elettrico di Lotus ed è una delle auto di serie più potenti al mondo. I quattro motori elettrici hanno una potenza totale di 2.000 CV e 1.700 Nm di coppia. Può accelerare da fermo a 300 km/h in soli 9,0”. La sua autonomia raggiunge i 346 km grazie a una batteria agli ioni di litio da 70 kWh. La produzione sarà limitata a 130 pezzi ad un prezzo di circa 2 milioni di euro.

Loto Evija

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.