Plastique e Snøhetta sviluppano il materiale Common Sands dal vetro di scarto delle discariche – DesignMag.cz

12.12.2021 –– Prodotto –– Ondřej Krynek

Lo studio belga Plastique ha collaborato con lo studio norvegese Snøhetta per portare il nuovo materiale ecologico Common Sands o Forite. Creano nuovi materiali che possono essere riutilizzati in architettura o negli interni dai rifiuti di vetro dell’elettronica usata. Il suo scopo è mostrare una nuova direzione per la riduzione dei rifiuti.

Il vetro è fatto di sabbia e non ci sono risorse al mondo che siano infinite. Inoltre, i dispositivi elettronici scartati si accumulano nelle discariche e non esistono leggi o direttive dell’UE che impongano un ulteriore smaltimento di materiali rispettosi dell’ambiente. Di conseguenza, una serie di materiali preziosi si accumula nelle discariche con un riutilizzo relativamente semplice. È con questa soluzione che entrano in gioco tre combinazioni di brand.

Lo studio di design belga Plastique e lo studio di architettura Snøhetta si sono uniti per mostrare la prima vera dimostrazione del progetto Common Sands. Il produttore italiano di piastrelle di ceramica Fornace Brioni fornisce loro l’ambiente e la conoscenza. Il risultato è vetro utilizzato che viene riutilizzato, nella prima fase vetro di un forno a microonde, ma è possibile utilizzare anche una lavatrice e altra elettronica.

Il risultato è una lastra di vetro non trasparente ma rifusa da una miscela di frammenti colorati. Il suo uso è ovvio per interni e architettura. I progettisti possono raggiungere tale vetro, ma può anche essere adatto per la facciata. Va notato che anche il vetro viene riciclato dal marchio ceco. PLP Studios converte il vetro dalla rondella in apparecchi di illuminazione e la vetreria Brokis converte il vetro di scarto in Brokisglass, ad esempio Luce per uccelli notturni.

Leggi altri articoli sull’ecologia

Foto e fonti: Plastica un Snøhetta

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *