Più mascherine, classi miste e test continui: omicron cambia il suo ritorno alle classi in tutto il mondo | Formazione scolastica

L’inarrestabile progresso della variante omicron del coronavirus ha allarmato le autorità di tutto il mondo, che ora guardano con preoccupazione un ritorno alle lezioni dopo le vacanze di Natale che potrebbe scatenare, ancora di più, i contagi. Mentre in Spagna, i ministeri della Salute, dell’Istruzione e dell’Università hanno discusso questo martedì con il pubblico su come tornare a scuola dal prossimo lunedì, gli scolari di altri paesi hanno già iniziato a sperimentare nuove misure per cercare di arginare il virus nelle aule. . In generale, le proposte di chi ha deciso di riprendere le lezioni – il Portogallo e alcuni distretti scolastici degli Stati Uniti, ad esempio, preferiscono ritardarne il rientro – oscillano intorno al rafforzamento dell’uso delle mascherine, al test continuo degli studenti, alla riduzione delle quarantene e, in alcuni casi, mescolando.

Francia: nuovo protocollo di quarantena all’ultimo minuto

Poco più di 12 milioni di scolari francesi sono tornati in classe lunedì all’ombra dell’omicron, che ha causato più di 200.000 infezioni giornaliere in Francia. Nonostante ciò, il Governo ha deciso di non ritardare il rientro a scuola, nonostante avesse stabilito un nuovo protocollo di sicurezza che, a causa del ritardo nel suo annuncio – si è scoperto domenica – ha causato molta confusione e disagi il primo giorno di scuola . 2022.

Per evitare la chiusura massiccia delle aule, i bambini sotto i 12 anni possono rimanere in classe nonostante lo stretto contatto con i casi positivi, a condizione che vengano eseguiti PCR o test antigenici non appena vengono a conoscenza della situazione. negativo. Quindi i loro genitori hanno dovuto sostenere un nuovo test il secondo e il quarto giorno dopo il primo test. Per questo, ha annunciato il ministro dell’Istruzione, Jean-Michel Blanquer, le famiglie riceveranno antigeni gratuiti nelle farmacie. Le stesse regole valgono per le persone di età superiore ai 12 anni (di cui la vaccinazione ha superato l’80%), insegnanti e altro personale, purché vaccinati. In caso contrario, l’isolamento per i casi di contatto sarà di sette giorni con un test alla fine.

Stati Uniti: tra ritardi e test massicci

All’inizio di questo lunedì, Eric Adams, sindaco di New York City, il più grande distretto scolastico degli Stati Uniti, ha escluso la chiusura delle scuole il primo giorno di rientro in classe dopo le vacanze. Se uno studente risulta positivo al coronavirus, invece di mettere in quarantena l’intera classe, gli studenti riceveranno un test rapido di sette giorni per assicurarsi che non siano infetti.

Sistemi scolastici come quelli di Cleveland, Detroit, Milwaukee e Newark hanno ritardato il rimpatrio faccia a faccia di centinaia di migliaia di studenti per giorni o settimane a causa di un picco di infezioni nel paese, che ha causato una significativa carenza di personale nelle scuole . diverse scuole. A Washington City, tutto il personale e 51.000 studenti delle scuole pubbliche devono risultare negativi prima di frequentare le lezioni a partire da mercoledì. La California, da parte sua, si è impegnata a fornire test gratuiti a domicilio a tutti i sei milioni di studenti delle scuole pubbliche.

Germania: test giornalieri e apprendimento a distanza, per stato

Questo lunedì sono tornati in classe gli studenti dei Länder (Stato) Meclemburgo-Pomerania Occidentale, Brandeburgo, Berlino, Sassonia e Renania-Palatinato, che saranno seguiti nei prossimi giorni, a tappe, da studenti provenienti da tutta la Germania. Lo hanno fatto con una raccomandazione generale di rafforzare l’uso delle mascherine nei centri educativi, indicata come “assoluta necessità” dal ministro della Salute, Karl Lauterbach (SPD). “La carica virale delle persone infette è inferiore con l’omicron, quindi le maschere funzionano meglio”, ha detto Lauterbach al giornale. foto della domenica lo scorso fine settimana.

Da lì, ogni paese attua le proprie misure di rafforzamento per l’espansione dell’omicron nelle scuole. Per i bambini ei ragazzi della Turingia, ad esempio, ci sarà la formazione a distanza per i primi due giorni (questo lunedì e martedì) e, a partire da mercoledì, le scuole potranno decidere autonomamente se procedere in presenza. , distanza o classe alternativa . A Berlino, dove le lezioni frontali iniziano questo lunedì, gli studenti verranno testati quotidianamente durante la prima settimana. Ogni bambino in età scolare sarà quindi sottoposto a tre test settimanali.

I ministri dell’Istruzione di tutti gli Stati discuteranno la situazione generale delle scuole in una videoconferenza questo mercoledì, due giorni prima della prossima conferenza dei capi di governo centrale e dei Lnder che si terrà il 7 gennaio e durante la quale, si prevede, nuove restrizioni saranno essere adottato per l’intera popolazione.

Un insegnante distribuisce mascherine in un centro educativo, lo scorso marzo a Londra.KEVIN COOMBS (REUTERS)

Italia: mascherine FFP2 e Esercito per tracciare contagi

Garantire lezioni frontali è una priorità per il governo Mario Draghi in Italia. Pertanto, una delle nuove misure di sicurezza stabilite per prevenire la diffusione del virus nelle scuole è l’obbligatorietà delle mascherine protettive FFP2 per il personale che entra in contatto con studenti che non sono tenuti a indossare le mascherine, vuoi perché minorenni. sei anni o rilasciato per motivi di salute. Gli altri studenti continueranno a indossare maschere chirurgiche durante le lezioni.

Inoltre, il TNI AD avrà il compito di effettuare la sorveglianza epidemiologica nell’ambiente scolastico e di condurre test su larga scala. I militari assisteranno nelle attività di monitoraggio delle infezioni per studenti, insegnanti o altri lavoratori nei centri educativi.

L’esecutivo ha previsto anche un pacchetto da 400 milioni di euro per prolungare i contratti di ulteriore personale assunto temporaneamente per far fronte all’emergenza sanitaria. Circa 40.000 lavoratori in tutto il paese rientrano in questa categoria. Inoltre, il governo stanzierà 20 milioni di euro per fornire supporto psicologico a studenti e insegnanti che ne hanno bisogno a causa della pandemia.

Inghilterra: agevolazioni per la frequenza

Boris Johnson ha dato la direttiva: questa volta la decisione di chiudere le scuole non si ripeterà, come l’inverno scorso. La maggior parte degli studenti delle scuole superiori è tornata in classe questo martedì. In alcuni casi, il recupero sarà ritardato di diversi giorni, poiché la maggior parte delle scuole implementerà un sistema di test rapido dell’antigene per gli studenti. È stata ripristinata anche la “raccomandazione” di indossare le mascherine durante le lezioni e negli spazi pubblici.

Tuttavia, nelle ultime ore, di fronte a un aumento spropositato dei congedi per malattia tra gli insegnanti, dovuto a casi positivi, il ministro dell’Istruzione, Nadhim Zahawi, ha inviato una lettera aperta a tutti i responsabili dell’istruzione in cui, per la prima volta, invece, pur insistendo sul fatto che stanno facendo tutto il possibile per mantenere le lezioni faccia a faccia, afferma: “Se i cambiamenti operativi causati dalla carenza di personale rendono impossibile l’insegnamento faccia a faccia, ti incoraggio a prendere in considerazione altri modi più flessibili per implementare le lezioni”. Ciò significa che il governo Johnson sta dando alle scuole il via libera per ripristinare, in determinate circostanze, l’istruzione in linea.

Paesi Bassi: controlli settimanali anticipati dopo le ferie

Gli studenti delle scuole primarie e secondarie torneranno a scuola il 10 gennaio nei Paesi Bassi. Le università e le scuole superiori rimarranno chiuse fino a quando il nuovo governo, che dovrebbe emergere lo stesso lunedì, non affronterà la questione il 14 gennaio. La decisione è arrivata dopo che il consigliere scientifico dell’Esecutivo ha dichiarato “giustificata” l’apertura di un centro che ospita scolari fino a 18 anni. Saranno aperte anche le organizzazioni che accolgono i bambini dopo l’orario scolastico, anche se il ministero dell’Istruzione ha sottolineato che dalla prima elementare (9 e 10 anni) devono continuare le precauzioni. “Vogliamo che i test vengano eseguiti due volte a settimana”, ha affermato Arie Slob, il ministro uscente. I bambini indosseranno maschere quando si muovono attraverso i corridoi della stessa età. Con i sintomi del raffreddore dovrebbero rimanere a casa. I sindacati degli insegnanti hanno mostrato il loro “stupore” per l’evidenza che non tutte le aule hanno buoni sistemi di ventilazione.

Le scuole olandesi sono chiuse una settimana prima del 24 dicembre, data fissata sul calendario per le vacanze di Natale, per fermare la diffusione della variante omicron. Il governo aveva promesso di evitare chiusure per contenere gli squilibri nell’apprendimento dei minori, ma i progressi nella nuova stirpe del coronavirus hanno ostacolato i suoi piani. “Corriamo un rischio con questa apertura, ma è importante che i bambini tornino in classe”, ha detto Hugo de Jonge, il capo della Sanità, che non ripeterà la sua posizione nel nuovo governo. Nei giorni scorsi Unicef ​​e altre 59 organizzazioni hanno chiesto la riapertura delle scuole perché, come spiegano, “i minorenni sono responsabili della salute degli adulti, ma i propri interessi vengono dimenticati”.

Portogallo: il periodo di “custodia” ha visto chiuse le scuole

Le scuole e gli asili in Portogallo avrebbero dovuto riprendere le lezioni questo lunedì, ma rimarranno chiusi per i prossimi 10 giorni, dopo che il governo ha deciso di posticipare l’inizio dei corsi di una settimana dopo le vacanze di Natale. Fa parte di un pacchetto di azioni approvato dal governo del paese socialista di António Costa per affrontare l’impatto dell’omicron. Il periodo di “custodia”, che inizia il 25 e durerà fino al 9 gennaio, include altre misure come l’implementazione del telelavoro in tutti i settori ove possibile e le restrizioni su hotel, ristoranti e spettacoli, riferisce Efe.

Puoi seguire EL PAÍS EDUCACIÓN su Facebook voi Indonesia, o registrati qui per ricevere la nostra newsletter settimanale.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.