Non voglio essere scortese, ha detto Zdrahal dopo un altro fallimento a Pechino

Aggiornare: 17.02.2022 13:18
Rilasciato:

Pechino – Il pattinatore di velocità Nikola Zdráhalová ha fatto quattro partenze senza successo alle Olimpiadi di Pechino. Finora, l’ultimo 25enne della nazionale ceca ha segnato nella gara dei 1000 metri di oggi, nella quale ha ottenuto il 27° posto. La co-formatrice di Martina Sáblíková ammette di avere problemi con la sua psiche.

“Se potessi essere scortese, sì, ma non posso. Quindi non so cosa dire. Sono deluso”, ha detto Zdráhalová a TK e MfDNES. “Questa è un’altra gara a cui non sono riuscita”, ha detto la pattinatrice di velocità, che si è presentata a Pechino nei 500, 1500 e 3000 metri.

“È particolarmente impegnativo mentalmente, non so dove sbagliare. È difficile dire dove sia iniziato. Ma non mi sentivo perfetto all’ultimo ritiro in Italia e questo continua con me fino ad ora”, ha detto Zdráhalová.

Secondo l’allenatore Petr Novák, la caduta e l’infortunio di Sáblíková in un ritiro in Italia sono un segno di lui. È stato il primo ad aiutare la stella remota, perché era proprio dietro di lui. “Rispetto il pattinaggio ora. A volte è peggio, a volte è meglio, ma dopo una caduta è peggio. Certo, quando hai paura e lo vedi con i tuoi occhi, non è fantastico. Ma poi di nuovo, posso non posso dire che guarderò tutte le gare. Martha cade”, ha detto Zdráhalová.

Gli scarsi risultati olimpici sono stati ancora più deprimenti per il nativo Dvůr Králové nad Labem, che ha fatto molto bene ai Mondiali d’oltremare a dicembre e ha stabilito record personali su tutte le piste. Ecco perché penso che sia un peccato che le Olimpiadi non siano iniziate un po’ prima, quando è iniziato Calgary. Immagino sia giusto, potrei essere trattenuto per la testa. Non ho potuto combattere molto quando sono entrato nella quarta gara e non potevo dire uno per uno: “Wow, oggi è stato fantastico”, ha scosso la testa.

Il rally di Pechino avrà una gara con partenza in serie sabato, dove cercherà di seguire l’ottavo posto di Pyongyang. “Ovviamente entrerò in gara con l’idea che andrà tutto bene e non con il fatto che andrà male anche oggi. Ma se vai all’inizio e niente fallisce, agita con la testa. peggio E posso dire quello che voglio”, ha detto. Anche così, spera che l’ultimo inizio sia il migliore.

Una serie di brutti sguardi gli fece pensare anche al futuro. “Lo ammetto, ora non so se voglio saltare alla prossima stagione. Vedrò. Ci sto pensando ed è difficile dire come sarà. Non volevo dire questo. Non inizierò la prossima stagione, ma richiederà un riposo più lungo”.

Olimpiadi di pattinaggio di velocità dei 1000 m femminili Zdráhalová

Vincent Ramsey

"Zombie lover. Professional bacon fan. Infuriatingly humble thinker. Food aficionado. Twitter advocate."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.