Nessuna simulazione. Spinazzola si è rotto il tendine d’Achille nella partita contro il Belgio

Nei drammatici quarti di finale della Coppa dei Campioni, i calciatori italiani hanno mantenuto un vantaggio di 2:1 sul Belgio e sono passati alle semifinali. Sono stati applauditi per la loro esibizione, ma anche criticati per il presunto ritardo. Almeno nel caso di Leonard Spinazzola, il cui infortunio è durato non più di tre minuti, ma non è stato uno spettacolo di recitazione.

Come ha dimostrato l’esame post partita all’ospedale di Monaco, uno dei migliori giocatori dello squadrone azzurro e l’intero torneo si è rotto il tendine d’Achille a fine partita e per lui la Coppa dei Campioni era finita.

Il fuoriclasse italiano si è infortunato al 76′ di gioco quando un attivo Spinazzola ha provato a scattare su Thorgan Hazard sulla sinistra. Tuttavia, dopo pochi metri, ha afferrato il piede sinistro e ha subito segnalato in panchina che doveva fare i turni.

Dopo una breve pausa, Cristante AS è stato ammonito per un fallo.

“Davvero non se lo meritava. È stato uno dei nostri migliori giocatori del torneo. Sono così dispiaciuto che si sia fatto male. Sembra serio”, ha detto Mancini in conferenza stampa. Poche ore dopo, Sky TV ha riferito che Spinazzola si era rotto il tendine d’Achille e il torneo era finito per lui.

Emerson è passato in vantaggio all’inizio dell’80’ e, insieme ai compagni, ha portato l’Italia alla vittoria e alla semifinale con la Spagna.

Tuttavia, i compagni di squadra non dimenticano i loro amici feriti anche mentre escono di casa, come ha mostrato sabato sera un video emerso sui social network.

“E’ una grande perdita per noi, fino ad oggi è un giocatore chiave per noi. Cercheremo di vincere gli Europei per lui”, ha detto il tiratore italiano Lorenzo Insigne.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.