Luis Cámera e l’ondata di contagi: “A febbraio tutti avranno un micron”

L’operatore sanitario, Luis Cámera, ha parlato con Telenueve al Amanecer della variante micron, della nuova ondata di infezione e dei passi che il governo ha messo in atto per affrontarla. Sebbene questa variante sia molto più contagiosa, lo specialista spiega che “il tempo di infezione con il vaccinato contaminato è molto più breve, motivo per cui il tempo di isolamento si accorcia” perché “la persona vaccinata elimina il virus più rapidamente”.

Nell’intervista il dott. Cámera sottolinea che “quello che sta accadendo è che il numero di persone senza sintomi è molto più grande” e avverte che “c’è la possibilità che se le persone non sono consapevoli di come prendersi cura di se stesse, il virus li attraversa. “e quella” situazione è chiaramente un vento favorevole per il virus.

“Quello che sta succedendo con questa variante di Omicron è che il numero di persone senza sintomi è molto più grande, con questo virus parleremo di molte persone completamente asintomatiche. Ciò include quelli vaccinati con due o tre dosi”, si legge nel grafico.

Tuttavia, i consulenti medici del governo sono irremovibili sull’importanza della vaccinazione e del riutilizzo delle maschere sia all’interno che all’esterno. A sua volta, ha chiarito che chiuderà il grande evento “perché abbiamo un sovraccarico del sistema”.

“A febbraio il giornalismo esploderà. Tutti avranno un omicron nei numeri del settore. Notizie permanenti arriveranno da Regno Unito, Francia, Italia e l’OMS rilascerà tre dichiarazioni al giorno. Produrranno il terrore dell’inferno. Credo che con una corretta vaccinazione e con l’uso del sottogola si possa superare questo problema. Secondo me, preferisco 40.000 casse di Omicron a 40.000 casse di Delta. La malattia è più benigna”, prevede l’esperto di salute.

Allo stesso modo, ritiene che “il lato positivo è che i sintomi micron sono più simili alla rinite”, oltre al fatto che “pochissime persone contraggono la polmonite”.

Cosa significa per il mondo l’arrivo dei micron

“Omicron parte da zero, è altamente contagioso e sfugge leggermente all’immunità. Ora per fortuna il virus entra in questo tipo di rinite”. In tal senso, spiega che “la polmonite bilaterale uccide e provoca insufficienza respiratoria”.

Inoltre, ha chiarito che “genera molta immunità”, quindi è probabile che molti di quelli infetti siano al sicuro dalla malattia per diversi mesi, anche se non è possibile determinare quanti.

Allo stesso modo, gli specialisti sottolineano che “il virus cambia la loro immunità e ti toccano” e che “ora l’infezione respiratoria è molto innocua” e “forse questa variante (Ómicron) e i loro figli ci vanno”.

Tuttavia, i consulenti medici del governo sono irremovibili sull’importanza della vaccinazione e del riutilizzo delle maschere sia all’interno che all’esterno. A sua volta, ha indicato che avrebbe chiuso il grande evento “perché abbiamo un sovraccarico del sistema”.

“A febbraio il giornalismo esploderà. Tutti avranno un Omicron in numeri industriali. Notizie permanenti arriveranno da Regno Unito, Francia, Italia e l’OMS rilascerà tre dichiarazioni al giorno. Produrranno un terrore infernale”, ha anticipato.

Vantaggi di essere vaccinati contro i micron

Sebbene affermi che “con una corretta vaccinazione e con l’uso di un sottogola, questo può essere gestito molto meglio”. “Se me lo chiedi, preferisco 40.000 casi da micron a 40.000 da Delta. La malattia è più benigna”, prevede l’esperto di salute.

Cámera, infine, cita non solo i problemi di salute, ma anche altri impatti legati all’aumento dei casi, come le conseguenze sul morale sociale, avvertendo che 50mila e 60mila casi stanno cambiando anche altri settori come l’economia.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.