L’italiano arrestato a Caracas è in sciopero della fame

(CNN Spagna) — Il cittadino italiano Juan Carlos Marrufo è in sciopero della fame da sabato per protestare contro le condizioni che ritiene violino i suoi diritti umani nei sotterranei della Direzione del controspionaggio militare a Caracas, dove è trattenuto insieme alla moglie, la spagnola venezuelana María Auxiliadora Delgado, riferisce Lucila Hurtado, l’avvocato della coppia.

Hurtado ha sottolineato che la protesta era contro ritardi procedurali, condizioni di sovraffollamento e mancanza di assistenza sanitaria. Gli avvocati hanno sottolineato che Delgado ha sofferto di due crisi ipertensive negli ultimi mesi e che Marrufo, oltre a mostrare ipertensione, soffre di una colonna vertebrale e talvolta ha difficoltà ad alzarsi. La difesa ha confermato che la malattia non era stata adeguatamente curata.

Juan Carlos Marrufo e sua moglie María Auxiliadora Delgado. Credito: Cortesia. Famiglia

La CNN ha contattato l’ufficio del procuratore generale venezuelano per la sua reazione alla denuncia, ma finora non abbiamo ricevuto risposta. Sono stati fatti tentativi anche per ottenere commenti dalla Direzione del controspionaggio militare, finora senza risultati.

Marrufo e Delgado sono stati arrestati da agenti del controspionaggio militare il 19 marzo 2019 a Valencia, la capitale dello stato di Carabobo. Sono accusati di reati di terrorismo, associazione a delinquere e tradimento in relazione ai fatti registrati il ​​4 agosto 2018, quando il governo di Nicolás Maduro sotto interrogatorio ha condannato il tentato omicidio mediante l’uso di droni durante una parata civile-militare.

Il loro processo è ancora in corso e, secondo il loro avvocato, dal 19 gennaio non sono previste nuove udienze.

La difesa sostiene che le accuse non hanno prove che colleghino la coppia agli eventi registrati quel giorno del 2018 in Bolívar Avenue a Caracas. I parenti di Marrufo e Delgado hanno sottolineato che il caso era in risposta alla persecuzione del fratello di María Auxiliadora Delgado, Osman Alexis Delgado Tabosky, accusato dal governo Maduro di aver finanziato l’attacco con i droni e l’attacco alla roccaforte del Paramacay avvenuto il 6 agosto 2017.

Nel gennaio 2022, il gruppo di lavoro delle Nazioni Unite sulla detenzione arbitraria ha chiesto il rilascio della coppia.

Naomi Dennis

"Twitter trailblazer. Lifelong gamer. Internet expert. Entrepreneur. Freelance thinker. Travel guru."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.