L’Italia chiede al Cile l’estradizione di tre militari per il Plan Cóndor | Le notizie e le analisi più importanti in America Latina | DW

Sabato il ministro della Giustizia italiano ha firmato una richiesta di estradizione di tre ex soldati cileni condannati all’ergastolo in Italia per l’omicidio di due loro cittadini, nell’ambito del Piano Condor.

La richiesta arriva dopo che la Corte Suprema italiana ha condannato all’ergastolo il colonnello Rafael Francisco Ahumada Valderrama, il maresciallo Orlando Vásquez Moreno e il sergente Manuel Vásquez Chahuan, attualmente in pensione.

I tre soldati furono condannati in contumacia per l’omicidio e la scomparsa nel 1973 degli italiani Juan José Montiglio e Omar Venturelli durante il Plan Cóndor, che la dittatura del Cono Sud ha portato avanti negli anni ’70 e ’80 contro gli oppositori.

Il ministro della Giustizia Marta Cartabia ha firmato una richiesta per l’arresto provvisorio e l’estradizione del sospettato, che è stata inviata all’ambasciata italiana a Santiago, ha riferito l’agenzia di stampa Afp.

Il piano di Condor era un’operazione coordinata per sopprimere gli oppositori di sinistra, lanciata dai regimi militari di Argentina, Bolivia, Brasile, Paraguay, Uruguay e Cile, poi governati dal dittatore Augusto Pinochet nel bel mezzo della Guerra Fredda.

Operazione di sterminio

Montiglio, detto Aníbal, era uno studente di biologia italiano che si unì al cosiddetto Gap, il gruppo militante responsabile della difesa personale del presidente socialista Salvador Allende e fu uno di quelli che lo accompagnarono fino al suo rovesciamento e alla sua morte. , 11 settembre 1973.

Dopo il bombardamento del palazzo presidenziale La Moneda e la morte di Allende, i soldati di Pinochet portarono Montiglio in una caserma alla periferia della città, lo costrinsero a scavarsi la fossa, gli spararono e lanciarono granate per assicurarsi che il suo corpo scomparisse.

Tuttavia, un piccolo pezzo del suo corpo è stato ritrovato 44 anni dopo e ha rivelato la verità sul prigioniero scomparso.

Intanto Venturelli, figlio di un emigrante italiano divenuto giovane sacerdote, guidava il popolo mapuche nell’occupazione della terra ed è stato quindi sospeso dal vescovo Bernardino Piñera. In seguito entrò a far parte del movimento rivoluzionario, si sposò e divenne professore all’Università Cattolica di Temuco.

Scomparve il 10 ottobre 1973 e si sa che faceva parte della cosiddetta carovana della morte organizzata dal generale Sergio Arellano Stark, uno degli oppressori più violenti e simbolici della dittatura cilena, che guidò uno degli stermini più violenti . brutale e morto nel 2016.

gs (afp, Cile Notizie)

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *