L’Iran sarà bandito dalla partecipazione ai Mondiali?

Calcio

I rapporti accendono poche speranze: l’Italia vola in Qatar?

I media italiani ammettono la piccola possibilità che l’Italia ottenga i biglietti per la prossima Coppa del Mondo nonostante sia stata eliminata dai playoff. La cauta convinzione si basa sulla possibile esclusione dell’Iran.

I nazionali italiani, tra cui João Pedro (nella foto), sono rimasti sbalorditi dopo il pareggio per 1-0 contro la Macedonia del Nord. Ma forse c’è motivo di sperare di nuovo.

chiave di volta

Il calcio italiano è rimasto in una valle di lacrime dal disastroso playoff contro la Macedonia del Nord. Il quattro volte detentore del titolo non si è qualificato per la Coppa del Mondo per la seconda volta consecutiva dopo il 2018 – quasi impensabile e irreale. E l’orgogliosa nazione calcistica, dopo tutti i campioni d’Europa in carica, non sembra accettare il loro triste destino: i resoconti dei media italiani di giovedì hanno acceso anche un barlume di speranza che la “Squadra Azzurra” possa ora essere in Qatar. .

Questo sembra essere collegato alle qualificazioni dell’Iran, che si è assicurato il biglietto per la Coppa del Mondo battendo il Libano 2-0 martedì. Il fatto. Sul piano sportivo il successo potrebbe essere stato perfetto, ma prima della partita era scoppiato un vero scandalo. Sebbene i biglietti fossero legali, a 2.000 donne è stato negato l’ingresso allo stadio di Mashhad e si dice che le successive proteste siano state represse violentemente.

L’Iran rischia di essere espulso dai Mondiali?

L’Iran sembra prepararsi allo scenario peggiore. La FIFA e la Federcalcio asiatica hanno “notizie preoccupanti”, ha twittato mercoledì il membro dell’associazione Mehrdad Seraji. Le sue preoccupazioni non sembrano essere del tutto infondate, poiché la Federcalcio iraniana era stata avvertita dalla FIFA nel 2019 a seguito di un incidente simile. Nella peggiore delle ipotesi, il paese potrebbe ora rischiare di essere espulso dalla Coppa del Mondo e, secondo rapporti unanimi, la nazione con il punteggio più alto del mondo salirebbe in alto. Poi l’Italia, che attualmente è sesta in classifica, riceverà un posto da titolare.

Con tutte le convinzioni crescenti, la prospettiva italiana non deve certo abbandonare il realismo. Non ci si aspettava che la FIFA ricorresse a misure così rigorose. Nella storia della Coppa del Mondo, finora nessun paese si è qualificato. Inoltre, questo tipo di questione politica non dovrebbe essere di primario interesse nelle federazioni mondiali, nonostante le affermazioni contrarie: dopotutto, il torneo di quest’anno si è svolto in Qatar. Lungi dall’essere un Paese esemplare in termini di diritti delle donne.

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.