limousine. Quillan: cucina del corrispondente, pasta di frutta Carole Olekhnovitch

l’importante
Durante tutto l’anno ti forniscono informazioni sulla vita nel loro villaggio. Oggi si svelano e ti regalano una delle loro ricette preferite.

Come suggerisce il suo nome, Carole Olekhnovich ha sangue russo da suo padre, da un nobile esiliato nel 1917. Nata a Nizza, Carole ha anche origini transalpine e si definisce mista metà italiano, un quarto russo e un quarto francese .

Carole era una mamma molto giovane e dopo essersi laureata in C, sua sorella la convinse a sostenere l’esame di ammissione all’aeronautica militare, che avrebbe superato arrivando 25° nel Paese. I genitori si prenderanno cura del bambino per tre mesi in classe. Quindi, per diciotto anni, Carole avrebbe condotto trasmissioni criptate ad Aix-les-Milles e alla base radar di Lione. Ho imparato a programmare a mano e ad utilizzare una macchina simile a una macchina di Turing. L’atmosfera era un po’ maschilista e c’erano alcuni commenti sessisti che probabilmente non sarebbero stati ascoltati oggi, ma mi è piaciuto. Era un lavoro di squadra senza orari ripetitivi, andavamo ai bivacchi, agli allenamenti di tiro… Il mio unico rammarico è non poter andare all’estero perché sono una mamma. Se oggi tendo ad essere antimilitarista quando vedo l’utilizzo dei soldati, per certi interessi economici, non rimpiango quegli anni. “.

Nel 1999 decide di lasciare la “grande muette”, si trasferisce nella vicina Perpignan e si trasferisce alla segreteria editoriale. Non abituato a orari di lavoro fissi e a uno stile di vita sedentario, non durerà a lungo nella sua posizione.

Tuttavia, Carole non è a corto di risorse e se digitare su una tastiera tutto il giorno non le si addice, non le dispiace un martello e altri strumenti. Quando ero piccola, preferivo guardare il fai da te di mio padre piuttosto che mia madre che cuciva ! “. Quindi avrebbe comprato, ristrutturato e venduto tre case di fila prima di stabilirsi in Haute Vallée all’inizio dell’anno.

Il confinamento mi ha spinto a lasciare la grande città e mi sono subito innamorata di Quillan “. Metterà gli occhi su una casa delimitata da un vecchio laboratorio di falegnameria adatto a tutti i bricolage. È qui che inizia un nuovo capitolo della sua esistenza. Dopo essersi registrata con successo per scrivere nella rubrica Indipendente, Carole è ora corrispondente per i comuni di Quillan, Belvianes, Quirbajou, Saint-Julia-de-Bec, Saint-Louis-et-Parahou, Saint-Martin-Lys, Salvezine, Coudons e Gincla. Questo mi porta a incontrarmi molto, ad imparare cose nuove ogni giorno e poi mi sento utile, fare da staffetta tra persone, aziende, eletti… “. A Carole piace anche lavorare in cucina e oggi ci ha offerto l’uso del frutto di un corbezzolo nella foresta vicina.

ricetta pasta di corbezzolo

Ingrediente

200 grammi di corbezzolo puro.

150 grammi di zucchero.

3 grammi di agar.

1 cucchiaio di succo di limone.

preparazione

In una casseruola far bollire il corbezzolo coperto d’acqua per 10 minuti.

Scolate il corbezzolo e tritatelo accuratamente in uno scolapasta per ottenere una purea (soprattutto non buttate via il succo per fare la marmellata).

Aggiungere gli altri ingredienti: zucchero, agar-agar e succo di limone, quindi cuocere a fuoco lento per 3-4 minuti fino a quando il composto si addensa.

Versare l’impasto in uno stampo piccolo in silicone e farlo indurire per 30 minuti.

Aprire lo stampo e ricoprire con zucchero a velo. Non ti resta che assaggiare…

ricetta pasta di corbezzolo :

200 g corbezzolo puro.

150 grammi di zucchero.

3 grammi di agar.

1 cucchiaio di succo di limone.

In una casseruola far bollire il corbezzolo coperto d’acqua per 10 minuti. Scolate il corbezzolo e schiacciatelo in uno scolapasta per ottenere una purea (soprattutto non buttate via il succo per fare la marmellata). Aggiungere lo zucchero, l’agar-agar e il succo di limone e cuocere a fuoco lento per 3-4 minuti finché il composto non si addensa. Versare l’impasto in uno stampo piccolo in silicone e farlo indurire per 30 minuti. Aprire lo stampo e ricoprire con zucchero a velo.

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.