Le statue rubate a Karviná vengono finalmente tagliate in collezioni – Horydoly.cz

Quello che segue è il contenuto del verbale di polizia. Lo completiamo con un video del punto di raccolta, dove entrambe le statue vengono distrutte:

Tra il 20 e il 26 maggio 2022, due statue di bronzo sono “scomparse” dagli spazi pubblici di Karviná. Immediatamente dopo il rapporto, gli agenti di polizia hanno avviato un’indagine approfondita, che ha comportato principalmente diversi giorni di valutazione approfondita delle riprese del sistema di telecamere della città. Il risultato di questo accurato lavoro è stata la graduale incriminazione di diverse persone coinvolte nel furto e la successiva convalida dei proventi del reato. Sfortunatamente, quando la polizia iniziò a “scoprire” il caso, entrambe le statue erano state irrimediabilmente distrutte.

Tutto è iniziato con il fatto che il quarantaseienne avrebbe rubato una statua di bronzo dal suo piedistallo e poi, insieme a conoscenti, l’avrebbe portata a potenziali corteggiatori. L’opera d’arte, del valore di circa 800.000 corone, gli fu poi venduta per 4.000 e il denaro fu distribuito. Tuttavia, il nuovo “proprietario” non ha creato una collezione d’arte. Ha quindi portato la statua in un punto di raccolta dei metalli fuori dalla regione della Moravia-Slesia, dove l’avrebbe venduta per meno di 27.000 corone.

Oltre al quarantaseienne di cui sopra, al furto di un’altra statua in bronzo che supera i 2,5 metri parteciperanno anche altre persone. Devono anche portare questa statua alla persona che ha acquistato la prima statua. Riceveranno circa 100.000 corone per il lavoro, che si stima costerà più di un milione di corone.

Sfortunatamente, questo non conclude l’intera storia. Nella collezione, entrambe le statue sono state tagliate e poi rimosse da essa.

Sei persone direttamente coinvolte nel furto della statua, o orchestrandone la vendita, sono state accusate dai malviventi del reato di furto. Uno di loro, perché coinvolto solo nel furto della prima statua, rischia la reclusione da uno a cinque anni per i danni causati. Altri che dovrebbero causare danni significativi potrebbero rischiare da due a otto anni se ritenuti colpevoli.

Sono state inoltre accusate una persona fisica e una persona giuridica di aver commesso il reato di riciclaggio dei proventi del reato. In conseguenza del danno arrecato, anche in questo caso è prevista una pena relativamente elevata, ovvero la reclusione da tre a otto anni o la confisca dei beni.

Vincent Ramsey

"Zombie lover. Professional bacon fan. Infuriatingly humble thinker. Food aficionado. Twitter advocate."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.