La stampa italiana e portoghese si rivolge ad Ayuso e alla sua politica a Madrid

Ancora una volta la stampa internazionale elogia il presidente regionale della Comunità di Madrid, Isabel Diaz Ayuso. Questa volta i giornali italiani e portoghesi hanno presentato in prima pagina alcune iniziative di Ayuso a Madrid.

Quindi, giornale portoghese ‘Il sorgere del sole’, ha compilato interviste con i presidenti regionali e ha intitolato la copertina con queste parole, riferendosi alla possibilità che Ayuso diventi presidente della Spagna in futuro:

“Perché una donna diventi Primo Ministro in Spagna, deve essere per i suoi meriti e qualità, non perché è una donna”.

Già sui giornali, già di due pagine, si sottolinea la necessità, secondo Díaz Ayuso, di abbandonare subito il socialismo. “Il prossimo presidente della Spagna è Núñez Feijoo”, ha detto. E sottolinea il desiderio di Ayuso che Madrid diventi il ​​punto di riferimento del “progresso e della libertà”.

Madrid estende fino al 25% Bonus di successione e Donazioni tra fratelli, zii e nipoti

In Italia, cedendo alle proprie politiche

Da parte sua, il quotidiano italiano ‘Corriere della Sera’ ha dedicato un’intervista a Isabel Díaz Ayuso in cui il presidente di Madrid ha ricordato ancora una volta i suoi ‘pilastri’ al governo della regione:

“Più libertà, meno tasse, il futuro della Spagna è del centrodestra e Madrid ne è un esempio”.

Il sottotitolo dell’intervista chiarisce che le intenzioni di Ayuso non sono attualmente focalizzate sulla corsa alla leadership nazionale. “Sono il primo ministro? No, adesso.”

“Più libertà, meno tasse, il futuro della Spagna è del centrodestra e Madrid ne è un esempio”.

Proprio questo sabato, Díaz Ayuso ha incontrato un gruppo di uomini d’affari e imprenditori veneti, all’ordine del giorno del suo viaggio di lavoro in questa parte d’Italia. L’incontro è fissato per le 16.30 WIB. Poi, alle 18:30, il presidente della Comunità di Madrid ha partecipato al colloquio ‘Libertà o paura’.

È stato questo l’atto principale del convegno svoltosi a Venezia dal titolo ‘Chiama col nome giusto’, in occasione della consegna del Premio Luigi Amicone, che rende omaggio al giornalista italiano scomparso nel 2021.

Daniel Jensen

"Pop culture geek. Passionate student. Communicator. Thinker. Professional web evangelist."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.