La “ragazza afgana” dagli occhi verdi di National Geographic Evacuata in Italia

Copertina della rivista National Geographic del 1985 con la ragazza Sharbat Gula e i suoi scioccanti occhi verde scuro che sono diventati un simbolo della guerra in Afghanistan (Steve McCurry/National Geographic)

L’Italia protegge Sharbat Gula, quale “ragazza afganaOcchi verdi nella foto del 1985 National Geographic è diventato un simbolo della guerra del suo paese, ha detto giovedì l’ufficio del primo ministro Mario Draghi. Il governo è intervenuto dopo Gula ha chiesto aiuto per lasciare l’Afghanistan dopo la conquista del Paese da parte dei talebani ad agostosecondo una dichiarazione, aggiungendo che il suo arrivo faceva parte di un programma più ampio per evacuare e integrare gli afgani.

La famosa “ragazza afgana” arriva a Italia come parte dell’evacuazione occidentale degli afgani dopo che i talebani hanno preso il controllo del paese, ha riferito giovedì il governo italiano. L’ufficio del primo ministro afferma che il suo paese sta organizzando l’evacuazione di Gulla dopo aver chiesto aiuto per lasciare il paese. Il governo italiano ora lo aiuterà a integrarsi nella vita in Italia, secondo la dichiarazione.

fotografo americano Steve McCurry scatta una foto zucchero quando ero bambino e vivevo in un campo profughi al confine tra Pakistan voi Afghanistan.

I suoi sorprendenti occhi verdi, che risaltavano sul viso incorniciato dal velo con un misto di ferocia e dolore, lo rese famoso a livello internazionale, ma la sua identità fu scoperta solo nel 2002, quando McCurry tornò nella regione e lo trovò.

Sharbat zucchero, la "ragazza afgana" La donna dagli occhi verdi la cui foto del National Geographic del 1985 è diventata un simbolo della guerra del suo paese, in questa foto d'archivio del novembre 2016 (Reuters)
Sharbat Gula, la “ragazza afgana” dagli occhi verdi la cui foto del National Geographic del 1985 è diventata un simbolo della guerra del suo paese, in questa foto d’archivio del novembre 2016 (Reuters)

Un analista dell’FBI, specialista forense e inventore del riconoscimento dell’iride ha verificato la sua identità, ha detto. National Geographic al tempo.

Italia Era uno dei tanti paesi occidentali che trasportavano centinaia di afgani fuori dal paese dopo la partenza delle truppe statunitensi e la presa del potere da parte dei talebani ad agosto. Questa è una dichiarazione dove ha annunciato l’arrivo Gulla a Roma, L’ufficio di Draghi ha affermato che la sua foto è venuta a “simboleggiare i cambiamenti e i capitoli del conflitto nella storia che l’Afghanistan e la sua gente stavano vivendo in quel momento.“.

Ha detto di aver ricevuto la richiesta”da coloro che fanno parte della società civile e, in particolare, delle organizzazioni non profit che operano in Afghanistan“Supporto richieste di aiuto da Gulla lasciare il paese.

Italia organizzare il suo viaggio in Italia”come parte di un programma più ampio per l’evacuazione degli afgani e dei piani del governo per la loro accettazione e integrazione“Secondo il comunicato.

Nel 2016, Pakistan arrestato zucchero falsificare una carta d’identità nazionale nel tentativo di entrare a vivere nel Paese. A quel tempo, le ONG per i diritti umani Amnesty International (AI) ha condannato la loro espulsione definendola una “grave ingiustizia”.

Presidente dell’Afghanistan al momento, Ashraf Ghana, lo salutò e gli promise un appartamento per far sì che “vivi con dignità e sicurezza nella tua patria“.

Il fotografo americano Steve McCurry davanti al suo ritratto "ragazza afgana", nel giugno 2009 (Reuters)
Il fotografo americano Steve McCurry davanti al suo ritratto “Afghan Girl” nel giugno 2009 (Reuters)

Da quando hanno preso il potere, i leader talebani hanno affermato che rispetteranno i diritti delle donne secondo la legge islamica. Tuttavia, sotto il dominio talebano dal 1996 al 2001, le donne non potevano lavorare e le ragazze non potevano frequentare la scuola. Le donne devono coprirsi il volto ed essere accompagnate da un parente maschio quando escono di casa.

CONTINUA A LEGGERE:

National Geographic, la donna con gli occhi verdi verrà espulsa dal Pakistan

Lance Norris

"Avid organizer. Hipster-friendly bacon evangelist. Friend of animals everywhere. Entrepreneur."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.