La battaglia per le presidenziali italiane è in corso

Inviato il 27 dic 2021 alle 16:04

Da un palazzo all’altro. Mario Draghi lascerà Palazzo Chigi per varcare le porte del Quirinale il prossimo febbraio? E’ una questione che affligge la stampa transalpina visto che tra meno di un mese il Parlamento si riunirà in Congresso per nominare un sostituto di Sergio Mattarella.

Ma non sarebbe meglio se Mario Draghi rimanesse presidente del consiglio per gestire l’attuazione del piano di ripresa dell’Europa e lanciare le riforme strutturali di cui il Paese ha disperatamente bisogno? E’ il parere dell’establishment italiano condiviso da Financial Times e The Economist. Se Draghi sarà eletto presidente della Repubblica, il Paese cadrà nell’instabilità, credono. Il settimanale inglese, che ha nominato l’Italia Paese del 2021 e ha reso omaggio al presidente del consiglio, non ha visto nessuno abbastanza competente per sostituirlo.

Sergio Mattarella si rifiuta di candidarsi per il secondo mandato

Osservazioni amare sulla scarsa qualità della classe politica italiana sono state fatte anche quando si è appreso chi si sarebbe seduto nel seggio presto vacante di Sergio Mattarella. A lungo applaudito a inizio mese alla Scala di Milano per i canti del bis, il Presidente della Repubblica ha fermamente rifiutato di scontare un secondo mandato. Così come l’ipotesi di restare in carica ancora un anno per aspettare la fine della legislatura nel 2023.

Durante la conferenza stampa di fine anno, Mario Draghi non ha escluso nulla, nemmeno la sua eventuale elezione al vertice. Tuttavia, senza rivelare le sue vere intenzioni.

Cortesia che non ha mai infastidito Silvio Berlusconi. A 85 anni Cavaliere, ritirandosi dalla vita politica senza di fatto andare in pensione, sognava di chiudere in bellezza la sua carriera. Rompendo tutte le regole in materia, da alcune settimane si è nominato candidato naturale per i diritti, strappando consensi alla facciata del leader della Liga Matteo Salvini e del postfascista Fratelli d’Italia a Giorgia Meloni. Sostenuto dai sondaggi di opinione che confermano il predominio dell’estrema destra nello spettro politico, sono anche tentati di eleggere Mario Draghi come prossimo capo di stato per provocare elezioni legislative anticipate.

Fallo velocemente e bene

I vertici del Pd Enrico Letta e del M5S Giuseppe Conte ricordano l’importanza di ” personalità imparziale, unificante e moralità molto alta “I tratti mancanti di Silvio Berlusconi coinvolto in due processi collegati stasera”. Fiori il cui processo si è svolto a fine gennaio. È in questa data, in data fissata per il 4 gennaio, che il Parlamento si riunirà per eleggere il Presidente della Repubblica.

Per ottenere questo mandato di sette anni, i candidati devono ottenere i due terzi dei voti dal collegio elettorale. Dal quarto scrutinio basterebbe una maggioranza semplice. ” Facciamolo velocemente e bene “, ha detto Matteo Salvini. I leader di tutti i partiti avevano programmato di incontrarsi subito dopo le vacanze, sapendo che, nonostante le istruzioni di voto, i maverick avevano sempre una sorpresa per ogni elezione presidenziale.

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.