Interesse ufficialmente espresso: Lufthansa vuole la partecipazione di maggioranza in ITA Airways con il gigante delle spedizioni MSC

Ora è chiaro: Lufthansa vuole acquistare ITA Airways. Il gruppo tedesco, però, non ha affrontato il progetto in proprio, ma con un grande partner con radici italiane.

Le voci circolavano da un po’. Nei fine settimana, una pentola di Lufthansa e ITA bolle. Diversi media italiani hanno riferito all’unanimità che Lufthansa voleva acquistare fino al 40 percento della nuova compagnia di bandiera italiana.

Ora è ufficiale – e non si tratta solo di azioni di minoranza. ITA Airways ha annunciato lunedì scorso (24 gennaio) che il Gruppo Lufthansa ha presentato una manifestazione di interesse ad acquistare la maggioranza. Tuttavia, il gruppo tedesco non ha pianificato l’acquisizione da solo, ma insieme al gruppo MSC. Il gigante delle spedizioni con una flotta di 570 navi e 100.000 dipendenti in tutto il mondo ha sede a Ginevra.

A breve deciderà il Consiglio di Sorveglianza

«MSC Group ha stretto una partnership con Lufthansa nei termini specificati durante la due diligence [vertieften Prüfung der Bücher] determinato”, si legge in un comunicato di ITA. Sia il colosso marittimo che il gruppo della compagnia aerea hanno espresso il desiderio che il governo italiano mantenga una partecipazione di minoranza nella compagnia aerea. Inoltre, hanno richiesto 90 giorni di esclusività per sviluppare un piano concreto.

“Il Consiglio di Sorveglianza esaminerà i dettagli della dichiarazione di interesse in una delle sue prossime riunioni”, prosegue il comunicato. Tuttavia, si ritiene che dopo il processo di acquisizione, verrà generata un’azienda di successo e redditizia. L’incontro ITA si terrà il 31 gennaio.

Il Gruppo MSC ha radici italiane

Il Gruppo MSC è un’azienda gigante. Ha una divisione cargo e crociere. Sebbene con sede a Ginevra, il loro DNA è italiano. Fondata nel 1970 da Gianluigi Aponte a Napoli. L’italiano ei capitani di nave fanno ancora oggi parte del top management dell’azienda, così come suo figlio Diego. L’azienda vede la possibilità di utilizzare sinergie positive per entrambe le società nel settore del trasporto merci e passeggeri.

Jackson Cobbett

"Alcohol fan. Award-winning troublemaker. Web junkie. Thinker. General analyst. Internet nerd. Gamer."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.